Jorge Lorenzo, caduta violenta ad Assen: il pilota è in ospedale (VIDEO)

0
3874
Jorge Lorenzo cade dalla sua Honda durante le prove libere del GP d'Olanda di MotoGP 2019 ad Assen (Foto dal profilo Twitter della MotoGP)
Jorge Lorenzo cade dalla sua Honda durante le prove libere del GP d’Olanda di MotoGP 2019 ad Assen (Foto dal profilo Twitter della MotoGP)

MotoGP | Jorge Lorenzo, caduta violenta ad Assen: il pilota è in ospedale (VIDEO)

Inizia nel peggiore dei modi il weekend del Gran Premio d’Olanda di MotoGP 2019 per Jorge Lorenzo. Il campione maiorchino è stato sbalzato violentemente dalla sua Honda alla curva 7, durante la prima sessione di prove libere ad Assen, rotolando più volte nella ghiaia delle vie di fuga del circuito della Drenthe prima di fermarsi a terra. Por Fuera è stato costretto a rimanere seduto qualche minuto per riprendersi, prima di riuscire a rialzarsi pur con le sue gambe.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Ma per ragioni precauzionali Lorenzo è stato trasportato via in ambulanza al centro medico del circuito per gli esami di rito e da qui in ospedale, poiché lamentava forti dolori alla schiena. I primi accertamenti parlano di una botta alla schiena e al collo e un possibile trauma toracico, che gli provocava problemi alla respirazione. All’ospedale di Assen sarà sottoposto a tutte le ecografie e le radiografie del caso al torace e alla schiena per valutare l’estensione dei danni riportati.

Il team manager della Honda, Alberto Puig, ha così commentato ai microfoni di Sky Sport: “Il colpo è stato molto forte, i medici hanno deciso di portarlo in ospedale per effettuare altri accertamenti. Il pilota è cosciente, anche se la botta alla schiena è stata forte. Faceva fatica a respirare. Jorge naturalmente non è contento, ma sono cose che succedono. L’importante adesso è controllare che vada tutto bene, di routine saranno fatti controlli anche agli altri organi vitali”. Purtroppo lo spagnolo continua ad essere vittima di brutte cadute, riportando continui colpi alla schiena, che rischiano di aggravare le conseguenze a lungo termine: l’ultima era avvenuta solo un paio di settimane fa durante i test dopo-gara di Barcellona.

Durante lo stesso primo turno di libere sono caduti anche Aleix Espargarò alla curva 5 (al rientro dall’infortunio alla gamba sinistra, che ha subìto un’altra botta nonostante il pilota sia riuscito a tornare zoppicante ai box) e Danilo Petrucci alla curva 14, disarcionato dalla sua Ducati a oltre 200 km/h alla curva 14: la Desmosedici GP19 è stata danneggiata alla carena, ma il pilota di Terni per fortuna non ha riportato alcuna conseguenza fisica.