Lewis Hamilton (©Getty Images)

F1| Hamilton si oppone al ritorno delle Pirelli 2018. Ecco la decisione

Alla fine non se n’è fatto niente. Quella che doveva essere la riunione della soluzione, quella capace di riportare un po’ di show in F1, svoltasi venerdì mattina al Red Bull Ring alla presenza di FIA, team iscritti e Pirelli, si è risolta nel giro di pochi minuti con un no secco.

Mercedes, McLaren, Racing Point, Williams e Renault, hanno votato contro alla reintroduzione delle gomme 2018 con il mantenimento delle mescole attuali.

 Il perché della richiesta –  A fronte della difficoltà a far funzionare le coperture in uso palesate da buona parte delle scuderie, Ferrari in testa, era stata avanzata la proposta di un ritorno al passato. In particolare, era stata imputata alle “scarpe” la supremazia delle Frecce d’Argento che, se sulla carta avrebbero dovuto essere meno in vantaggio rispetto agli anni scorsi, nella realtà hanno praticamente ucciso il campionato con 8 vittorie su 8 gare disputate.

> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Per ottenere il via libera al ripristino del vecchio sistema, il fornitore unico del Circus avrebbe avuto bisogno di 7 voti pro su 10, ma alla fine, tutto il gruppo motorizzato Mercedes e a sorpresa la Casa della Losanga hanno optato per il mantenimento dello status quo.

A far immaginare che il meeting odierno avrebbe avuto esito negativo erano state le parole di Lewis Hamilton, al top in 6 round finora, che a nome dell’Associazione Piloti, la GPDA, aveva dichiarato: “Siamo tutti uniti in questo. Non si deve tornare indietro“, aveva affermato nel pomeriggio di giovedì. “Ho sentito che stanno cercando di riportare i vecchi pneumatici che erano ancora peggiori. L’anno scorso dovevamo gestire le gomme a una certa temperatura, dunque si doveva fare più lift-and-coasting e poi c’era il blistering. In questo modo non si potrebbe più spingere fino all’ultimo giro“.

Chiara Rainis