(Image by Motor1)

E’ un grande giorno alla BMW.

L’azienda ospita la NextGen Conference nella sua sede centrale in Germania. Lì hanno debuttato il concept Vision M Next (che potrebbe arrivare alla produzione), il veicolo elettrico sperimentale della Serie 5 e la moto elettrica E-Box. Ma ci sono altre notizie in arrivo da Monaco di Baviera.

Klaus Frohlich, capo dell’ingegneria BMW, in un’intervista con giornalisti, tra cui il Senior Editor Jeff Perez, afferma che la divisione M di BMW punta molto sulla potenza della batteria. L’azienda introdurrà veicoli ibridi plug-in ad alte prestazioni M nel prossimo futuro.

Per me, la potenza PHEV è il passo successivo“, dice Frohlich. “Naturalmente, quell’auto peserà tra i 1.600 e i 1.700 chilogrammi, a trazione integrale e con almeno 600 cavalli di potenza“. Questi numeri potrebbero non sembrare impressionanti all’inizio, ma rappresentano comunque un sano miglioramento rispetto all’attuale M5. È altrettanto potente, ma significativamente più pesante, con i suoi 1.982 kg.

Ma gli ibridi plug-in non sono l’obiettivo finale. Nei prossimi sei anni, la divisione M della BMW potrebbe costruire un veicolo dalle prestazioni puramente elettriche.

Ovviamente, il peso ridotto rispetto ad un’auto convenzionale con motore a combustione dovrebbe essere il vantaggio principale della BMW M. E supponendo che l’azienda possa mantenere il peso ridotto sul suo eventuale EV puro, potrebbe essere un serio vantaggio in uno spazio attualmente dominato da veicoli a gas.