Scomparsa Maddie McCann, clamorosa svolta: individuato un presunto colpevole

0
3711
Madeleine Beth McCann
Madeleine Beth McCann, la bambina scomparsa nel maggio del 2007 (foto dal web)

Gli inquirenti portoghesi ed inglesi che stanno indagando sulla scomparsa della piccola Maddie McCann sarebbero vicini ad una svolta. Gli investigatori, secondo quanto riferito dai media britannici e portoghesi, stanno stringendo il cerchio su un presunto pedofilo che era in Portogallo nei giorni in cui si sono perse le tracce della bambina di 4 anni.

Potrebbe esserci stata una svolta sul caso legato alla scomparsa della piccola Maddie McCann, la bambina di cui si sono perse le tracce nel maggio del 2007 in Portogallo. Ad annunciare la svolta sarebbero gli stessi investigatori di Scotland Yard che da anni si stanno occupando delle indagini sulla vicenda. Il cerchio, come riportato dalla redazione del tabloid britannico Metro Uk, su un uomo straniero che si trovava in Algarve nei giorni in cui la piccola bambina di 3 anni è scomparsa dal residence dove si trovava con i genitori. L’identità dell’uomo, però, come riportato dai media portoghesi e britannici, rimane nota solo alla polizia che mantiene il massimo riserbo sulla questione per cercare di non compromettere le indagini che vanno avanti da oltre 12 anni e che hanno raggiunto una cifra record (quasi 12 milioni di sterline).

Leggi anche —> La scomparsa della piccola Maddie: “Bambina rapita da una bestia”- FOTO

Scomparsa Maddie McCann: gli inquirenti avrebbero individuato un presunto colpevole

Sono passati  oltre 12 anni dalla scomparsa della piccola Maddie McCann, la bambina di 4 anni di cui si sono perse le tracce il 3 maggio del 2007. La piccola bimba inglese era in vacanza con i genitori a Praia da Luz, una località di villeggiatura nella regione di Algarve, in Portogallo. La bimba non è stata più ritrovata nella camera del resort, dove era stata lasciata insieme ad i fratellini dai genitori che si erano recati a cena con alcuni amici. Il gruppo era a cena in un ristorante, molto vicino (circa 100 metri dal resort), ed a turno i componenti della comitiva si recavano all’hotel, ad intervalli regolari, per controllare i bambini. Intorno alle 22 quando è toccato alla madre di Maddie recarsi per controllare i bambini la tragica scoperta: la figlia era scomparsa dalla stanza. Immediatamente è stato dato l’allarme e sono scattate le indagini della polizia portoghese, poi anche quelle di Scotland Yard che durante questi anni non hanno portato ad un vero punto di svolta. Dopo essere state per qualche tempo messe in stallo, le indagini sono state da poco riaperte per l’arrivo di nuovi finanziamenti a Scotland Yard e adesso gli investigatori affermano di essere molto vicini alla verità. Secondo quanto riportato dal sito inglese della redazione di Metro Uk, gli inquirenti inglesi e quelli portoghesi che si stanno occupando del caso starebbero stringendo il cerchio su un presunto colpevole, un uomo straniero, che nei giorni in cui Maddie è sparita si trovava in Algarve, ma sulla circostanza rimane il massimo riserbo. A confermare quest’ipotesi sono anche i media portoghesi, nello specifico il giornale Correio de Manha, il quale spiega che gli investigatori sarebbero in grado di ricostruire quanto accaduto quella sera del 3 maggio 2007 quando Maddie è scomparsa dalla stanza nel resort. La polizia, secondo il quotidiano portoghese, starebbe esaminando minuziosamente i movimenti effettuati dal “presunto pedofilo straniero che si trovava in Portogallo nel 2007 e la Policia Judiciaria è stata raggiunta a Porto dagli ufficiali di Scotland Yard“. Il luogho in cui si troverebbe l’uomo, però, non è chiaro se siano noti agli inquirenti. Anche l’identità dell’uomo, per non compromettere le indagini, non è stata svelata dalla polizia che mantiene stretto riserbo sulla delicata questione. Intanto ad inizio giugno il Ministero degli Interni ha promesso ancora altri fondi (300 mila sterline) per finanziare ulteriormente il lavoro degli investigatori. Sino ad ora i fondi stanziati per l’indagine hanno raggiunto la quasi cifra record dei 12 milioni di sterline per cercare di rintracciare la verità. I genitori della piccola Maddie, Kate e Gerry McCann, anche considerate queste nuove indiscrezioni trapelate, sperano di poter ritrovare in vita la loro figlia, anche se gli investigatori sembrerebbero dubitare della possibilità di ritrovare la bambina, che quest’anno avrebbe compiuto 16 anni, ancora viva.

Leggi anche —> Riaperte le indagini sulla scomparsa della piccola Maddie

Leggi anche —> La scomparsa di Maddie McCann: potrebbe arrivare un punto di svolta