Max Verstappen con le tute di Mercedes e Ferrari (Fotomontaggio TuttoMotoriWeb.com)
Max Verstappen con le tute di Mercedes e Ferrari (Fotomontaggio TuttoMotoriWeb.com)

F1 | Mercedes o Ferrari? Max Verstappen al centro del mercato piloti F1

Arrivò in Formula 1 non ancora maggiorenne, e si fece notare per il suo talento naturale, ma anche e soprattutto per il suo temperamento fumantino e talvolta sbruffone, nonché per il suo eccesso di aggressività che lo rendeva incline a scatenare incidenti fin troppo frequenti (a spese degli altri). Ma di acqua sotto i ponti di Max Verstappen ne è passata parecchia: il giovane olandese è cresciuto, è maturato ed oggi, a soli 21 anni, sembra aver già raggiunto l’apice della sua carriera.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Il suo stesso team principal, Christian Horner, non perde occasione per ricoprirlo di complimenti: “Dall’anno scorso a Montreal ha davvero fatto il salto di qualità”, ha recentemente dichiarato. “Oggi scatena una forza fenomenale ogni volta che sale in macchina. Ha iniziato la stagione in modo straordinario, sotto molti aspetti è andato oltre le aspettative e penso che abbia raggiunto quella maturità rotonda che lo rende un vero leader del team, grazie anche al beneficio della sua esperienza”. Basta confrontare le sue prestazioni con quelle del suo deludente compagno di squadra Pierre Gasly, del resto, per rendersi conto di come Verstappen riesca sempre e costantemente ad esprimere il massimo potenziale tecnico dalla sua Red Bull.

Il problema è che, ad oggi, il massimo potenziale tecnico della Lattina lo porta a stento, e quando tutto gira per il verso giusto, a lottare per il podio. Ed è un peccato vedere un pilota nei suoi anni migliori costretto a dover guidare un mezzo che palesemente non è in grado di sostenere le sue ambizioni di vittoria. Sarà per questo motivo che, con sempre maggiore evidenza, Max sta dando segni di insofferenza crescente: il team dei Bibitari gli sta sempre più stretto e ormai da settimane ha iniziato a guardarsi intorno.

Jos Verstappen parla con Mercedes e Ferrari per il figlio Max

È una notizia, certo, ma non un segreto, visto che di questo stato di cose si è resa conto la stessa Red Bull. “Ovviamente sono preoccupato che Verstappen se ne possa andare”, ha ammesso recentemente il plenipotenziario Helmut Marko alla Gazzetta dello Sport. “Nel suo contratto c’è una clausola legata alle prestazioni. Se gli daremo una macchina da titolo mondiale, sono certo che resterà”. Ma in caso contrario? Le destinazioni possibili per Max sono chiaramente due: la Mercedes e la Ferrari. E il pilota olandese ha mandato in avanscoperta su entrambi i fronti il papà Jos Verstappen, che forse non ha ancora intavolato delle vere e proprie trattative, ma delle chiacchierate informali con i due top team certamente sì.

Lo testimonia ancora Marko: “Al momento c’è una sola macchina vincente: la Mercedes. Toto Wolff (il team principal della Freccia d’argento, ndr) chiama regolarmente sia Max che suo padre Jos”. E a Brackley si potrebbe liberare un sedile già a fine stagione, alla scadenza del contratto in vigore con Valtteri Bottas, che del resto ultimamente non sta soddisfacendo le aspettative del suo capo Wolff, come lui stesso non ha mancato di affermare. E in Ferrari, invece? La strada che porta a Maranello è un po’ più impervia, e passa per il presunto, chiacchieratissimo ma ancora non confermato ritiro dalle corse di Sebastian Vettel.

Se il quattro volte iridato appendesse effettivamente il casco al chiodo, allora sì che anche alla Rossa si libererebbe un posto molto ambito, e Verstappen Junior potrebbe essere uno tra i candidati in pole position. Non a caso Verstappen Senior, proprio a margine dell’ultimo Gran Premio di Francia, ha fatto visita al box del Cavallino rampante, incontrando direttamente l’amministratore delegato Louis Camilleri in persona. Una visita disinteressata? C’è chi è pronto a scommettere di no…

Fabrizio Corgnati