Valentino Rossi
Valentino Rossi (Getty Images)

MotoGP | Valentino Rossi, oggi sono 2 anni senza un suo acuto in MotoGP

Il 25 giugno del 2017 Valentino Rossi suonava quella che ad oggi risulta essere la sua ultima sinfonia, la numero 115 per l’esattezza di una carriera stellare che lo ha visto diventare campione del mondo per 9 volte. Purtroppo dopo il terribile incidente del Mugello nel 2010 il Dottore ha visto la sua media vittorie calare vertiginosamente.

In particolare a pesare sul rendimento del rider di Tavullia di questo ultimo decennio c’è stato il brutto biennio vissuto in Ducati in cui Valentino Rossi non è mai riuscito a salire sul gradino più alto del podio.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

L’ultimo successo e il duello epico con Petrux

Tra le sue migliori stagioni di questi ultimi anni c’è sicuramente lo sfortunato 2015 dove con 4 successi e diversi podi il Dottore sfiorò il titolo perdendolo solo all’ultima gara in favore di Jorge Lorenzo, dopo una brutta lotta con Marquez che si mise di traverso tra i due.

Da quel momento, complice anche una Yamaha in lento declino tecnico, ha portato il 46 ad allontanarsi da discorsi iridati. L’ultima sua vittoria è griffata 2017 proprio ad Assen dove si correrà domenica prossima. In quel frangente, su pista umida, Valentino Rossi, dopo un’intensa lotta giro dopo giro con Danilo Petrucci riuscì a vincere con appena 63 millesimi di vantaggio sull’attuale pilota della Ducati.

Attualmente il Dottore è a sole 8 lunghezze dal record di vittorie che appartiene a Giacomo Agostini. Un record difficilmente battibile, che il rider della Yamaha però proverà a fare suo nei GP che lo separano dal definitivo ritiro.

Per Valentino Rossi questo è il secondo digiuno più lungo in carriera e domenica tornerà sul luogo del delitto di due anni fa per provare a portare a casa un successo che ormai manca da troppo tempo.

Leggi anche -> GP Assen, per Valentino Rossi un’occasione d’oro che non tornerà più

Antonio Russo