Piero Taramasso
Piero Taramasso (Getty Images)

MotoGP Assen: le gomme Michelin per il GP d’Olanda

Il fornitore di pneumatici MotoGP Michelin si aspetta una gara da brivido ad Assen. Lo storico tracciato olandese è altamente impegnativo impegnativo, con sei curve a sinistra e dodici a destra, per una lunghezza complessiva di 4,5 km, l’unica pista in calendario su cui si corre ininterrottamente dal 1949.

Saranno 26 i giri da completare prima della bandiera a scacchi, con il meteo che potrebbe giocare un improvviso scherzo ai piloti. “Assen è una pista estremamente tecnica che ci stiamo preparando in un modo leggermente diverso”, ha detto Piero Taramasso, manager due ruote della Michelin. “La gomma posteriore fa la maggior parte del lavoro a causa delle curve veloci e fluide, quindi tutti i piloti hanno bisogno di una presa buona e costante, perché quello che fanno in una curva può influenzare rapidamente il resto del giro”.

Il fornitore di pneumatici Michelin porta una gomma anteriore simmetrica per l’ottava prova della stagione, mentre la gomma posteriore ha un fianco destro più duro. Come al solito, i piloti possono scegliere tra la miscela morbida, media e dura. In caso di pioggia, all’anteriore morbida e media, al posteriore extrasoft e soft. “È anche una pista in cui i piloti amano spingere l’intera gara. Con la stabilità e grip offerti dai pneumatici quest’anno dalla tecnologia di recente introduzione, ci aspettiamo che essi siano in grado di sfoggiare una gara veloce. Assen è anche una pista in cui il tempo può cambiare rapidamente e svolgere un ruolo importante, quindi dobbiamo prepararci”, ha aggiunto il manager Michelin. “Abbiamo avuto una gara bagnata da quando siamo tornati nel Campionato del Mondo MotoGP e le gomme hanno funzionato molto bene. Da allora, le mescole sono migliorate, quindi quando è bagnato, ci aspettiamo una gara vicina ed emozionante come sull’asciutto”.