Epidemia di encefalite, è una strage: «Morti 152 bambini»

Una terribile epidemia di encefalite acuta sta radendo al suolo una zona dell’India ormai da moltissime settimane.

E praticamente dall’inizio di giugno che ci sarebbero ben 152  piccoli deceduti nel Bihar, con l’alta corte che ha ordinato un’indagine in seguito a quella che è considerata una malattia assolutamente curabile.

Ci troviamo in India e l’epidemia fatale  è partita a Muzaffarpur, in un’area colpita negli ultimi giorni da un’ondata di caldo assolutamente assurda e anomala. Secondo quanto si apprende l’encefalite sarebbe scatenata proprio da disidratazione e malnutrizione.

Nei giorni scorsi il Governo,   aveva stanziato 400 mila rupie (quasi 5 mila euro) per ogni famiglia che ha perso un figlio, ma la donazione non ha placato la rabbia da parte dei parenti delle  vittime. Harsh Vardhan, ministro della Salute di fresca nomina, ha inviato un team di esperti dell’istituto Aiims di Delhi per affiancare i medici locali: l’encefalite acuta si diffonde generalmente nella stagione dei monsoni, e i piccoli sono i più colpiti: ma quest’anno si è presentata prima del solito.