Sommozzatori dei Vigili del Fuoco
Sommozzatori dei Vigili del Fuoco (foto dal web)

Un ragazzino 15enne di origini marocchine è disperso in mare da ieri, quando si sarebbe allontanato con un materassino insieme ad un amico dalla riva a Giulianova (Teramo).

Sono ore di apprensione a Giulianova, comune in provincia di Teramo, dove un ragazzino risulta essere disperso in mare da ieri, lunedì 24 giugno. Il ragazzo di 15 anni di origini marocchine si era allontanato dalla riva con un materassino insieme ad un amico. Dalle prime informazioni sembra che il gonfiabile si sia improvvisamente ribaltato e l’amico sia riuscito a tornare a riva, ma il 15enne non è stato ancora ritrovato. La macchina dei soccorsi è stata immediatamente attivata e tuttora, a quasi 24 ore da quando se ne sono perse le tracce, le ricerche sono in corso.

Leggi anche —> Giallo di Torvaianica: i risultati delle autopsie delineano il quadro

Dramma per un 15enne: disperso in mare da quasi 24 ore, proseguono le ricerche

Non si hanno ancora notizie di Mohamed, il ragazzo di 15 anni di origini marocchine che da ieri risulta essere disperso in mare. Il 15enne, in compagnia di un amico, si trovava sulle spiagge di Giulianova, comune in provincia di Teramo, quando con un materassino si è allontanato dalla riva. Secondo una prima ricostruzione riportata dalla redazione del quotidiano La Repubblica, il gonfiabile su cui si trovavano Mohamed ed il coetaneo si è improvvisamente ribaltato. L’amico del 15enne è riuscito a tornare a riva a nuoto contrariamente a quest’ultimo che non sapeva nuotare e che pare soffrisse di problemi al cuore. Lanciato l’allarme, subito sono scattate le ricerche in mare da parte dei soccorritori che hanno raggiunto il luogo dell’accaduto. In volo si è alzato un elicottero della Guardia costiera, mentre in acqua stanno operando le motovedette della Capitaneria, Vigili del fuoco e personale dei soccorsi speciali Smts-Opsa della Croce Rossa, avvertiti anche i sommozzatori dei Vigili del fuoco del comando provinciale di Teramo. Durante le ricerche, che vanno avanti da quasi 24 ore e che risultano essere complicate per il vento ed il mare agitato, è stato trovato un costume, il quale, secondo quanto riferito dall’amico, pare essere quello che indossava Mohamed al momento della scomparsa. Le operazioni, come raccontato da Repubblica, si stanno concentrando nella zona dei moli del porto del comune in provincia di Teramo.

Leggi anche —> Allarme sulle spiagge: sette persone punte da una terrificante medusa