Medusa Man O'War
Medusa Man O’War (foto dal web)

Sette persone sono state punte dalla medusa Man O’War mentre si trovavano sulle spiagge spagnole della Costa Blanca. Per rimuovere i celenterati marini avvistati in acqua tre spiagge sono state temporaneamente chiuse.

Allarme sulle spiagge spagnole della Costa Blanca per la puntura di una letale medusa Man O’War. Il celenterato conosciuto anche come Caravella portoghese o Physalia physalis negli ultimi giorni ha punto sette persone che si trovavano sulle spiagge di Benidorm, località balneare spagnola molto gettonata. Per tali ragioni tre spiagge sono state chiuse temporaneamente anche dopo l’avvistamento delle meduse in acqua.

Allarme sulle spiagge spagnole della Costa Blanca: sette persone punte dalla medusa Man O’War

Sette persone punte, di cui cinque finiti in ospedale, ma non in pericolo di vita. Questo il bilancio degli ultimi giorni sulle spiagge spagnole della Costa Blanca dove si sta verificando un allarme legato alla medusa Man O’War, conosciuta anche come Caravella portoghese o Physalia physalis. La puntura di questo celenterato marino, che in realtà non è una medusa, bensì un sifonoforo, ovvero un animale formato da piccoli animali detti polipi, può risultare fatale in caso di allergie e non va sottovalutata. Le sette persone sono state punte dalla Caravella portoghese mentre facevano il bagno a Benidorm, in Spagna. Per tali ragioni la balneazione è stata vietata e tre spiagge della Costa Blanca, Levante, Ponente e Mal Pas, sono state temporaneamente chiuse per cercare rimuovere queste meduse. La consigliera per le spiagge di Benidorm, Monica Gomez, come riportato dalla redazione di Leggo, è intervenuta sull’accaduto spiegando: “Il municipio di Benidorm ieri mattina ha attivato un protocollo di emergenza per la presenza in acqua della medusa portoghese Man O’War dopo che due sono stati trovati fuori dalle spiagge della città. Sono stati rimossi dai bagnini. Abbiamo agito rapidamente e diligentemente e vietato il bagno fino a quando eravamo sicuri che non ci fossero più Man OWar portoghesi nell’acqua“. Come misura precauzionale all’ospedale di Villajoyosa è scattato il protocollo d’emergenza per le punture degli animali in questione. Tra le persone punte dalla Man O’War c’è anche una ragazza di 23 anni che ha raccontato: “A soli dieci metri dalla riva -riporta Leggoho avvertito un forte dolore al polso che mi è arrivato fino alle spalle. Sono rimasta paralizzata. Non potevo muovermi e potevo solo urlare“.

Leggi anche —> Malcontento nei confronti di un docente: l’increscioso gesto di alcuni genitori

Un recuerdo del mar ✨🐬🐋🐳

Pubblicato da Naomi Mateos González su Mercoledì 19 giugno 2019