Superbike, operazione riuscita per van der Mark: quando potrà correre?

michael van der mark superbike 2019
Michael van der Mark in ospedale a Rimini (foto Facebook)

Superbike 2019, operazione riuscita per van der Mark: si attende di capire quando potrà correre nuovamente.

Un weekend da dimenticare per Michael van der Mark, che a Misano non ha potuto gareggiare. Infatti, nel finale della FP2 Superbike di venerdì è stato protagonista di una brutta caduta con annessi guai fisici.

Dopo la vittoria della Gara 2 a Jerez, il pilota del team Pata Yamaha WorldSBK era arrivato in Romagna molto motivato. Non a caso aveva fatto il miglior tempo nella prima giornata di prove libere. Difficile dire che risultati avrebbe potuto fare nelle varie manche, ma l’olandese aveva il potenziale per fare bene. Un vero peccato che si sia infortunato.

Superbike 2019, operazione riuscita per van der Mark

Van der Mark è stato subito soccorso dall’ambulanza dopo la caduta e trasportato all’ospedale di Rimini. Lì gli hanno diagnosticato trauma cranico, fratture a due costole più una all’ulna e una al radio del braccio destro. Conseguenze non di poco conto per il rider olandese, che spera di poter tornare a correre al più presto.

Oggi è stato emesso un comunicato ufficiale inerente un intervento chirurgico che Mickey ha subito a Rimini: «L’operazione fatta per curare la frattura al radio destro di Michael van der Mark dopo la caduta di Misano nelle FP2 è avvenuta con successo. Il pilota è stato operato dal Dottor Alfredo Bitonti e coordinata dal reparto coordinato dal Dottor Stefano Landi dell’ospedale di Rimini. Van der Mark tornerà a Rotterdam questa sera. Al momento non è ancora possibile stimare di quanto sarà il tempo di recupero».

Non si sa ancora quando Van der Mark potrà rientrare in pista. Il campionato mondiale Superbike 2019 tornerà in azione il 5-7 luglio a Donington, ma sembra difficile che per quell’appuntamento il pilota olandese riesca a recuperare. Complicato anche il rientro una settimana dopo a Laguna Seca, negli Stati Uniti. La Yamaha spera di averlo a disposizione a fine luglio, quando si correrà la celebre 8 Ore di Suzuka. Ad ogni modo, si avranno maggiori certezze sulle condizioni e il recupero di Michael nei prossimi giorni. Gli auguriamo di rimettersi al più presto.

Matteo Bellan