Camera da letto sul tetto dell’auto: patente ritirata in autostrada

Era partito da Bari per raggiungere Savona, ma all’altezza di Carpi è stato fermato dai carabinieri che gli hanno ritirato la patente. Il motivo? Aveva montato la camera da letto sul tetto dell’auto.

Sul tetto di una Mercedes station wagon vecchio modello c’era di tutto: armadio, rete, materasso, quattro biciclette, qualche pensile da cucina, pneumatici, pentole, abiti ed alimenti. Quando però è giunto a Carpi, in provincia di Modena, uscendo dalla A22 per una breve sosta prima di ripartire, i carabinieri non hanno potuto non notare il veicolo ed è così scattato un controllo conclusosi con una sanzione, il ritiro della patente e del libretto di circolazione.

I militari hanno contestato al conducente l’aver destinato la propria vettura a un uso diverso da quello indicato dalla carta di circolazione, con un carico pericoloso per gli altri utenti della strada. Alla guida un marocchino 43enne naturalizzato a Bari che, quando è stato fermato dai Carabinieri, ha lasciato increduli gli stessi militari della pattuglia. Lui si è subito giustificato dicendo che stava tornando nel suo paese dì origine e stava trasportando la “casa pugliese” a Savona dove si sarebbe imbarcato su un traghetto. Ma il viaggio con “trasporto eccezionale” si è concluso a due terzi del viaggio. Resta un certo stupore su come l’automobilista abbia percorso oltre 700 km senza essere fermato da una pattuglia della Polstrada.