cane trascinato
Un fermo immagine del video choc circolato in rete

Un cane è stato trascinato da un’auto sulla ex statale 16 nei pressi di Boccadoro in Puglia. L’orrore è stato documentato da due ragazzi che hanno filmato la scena e fermato il conducente dell’auto. Il sindaco di Trani, Amedeo Bottaro: “Questa bestia non la passerà liscia“.

Un terrificante episodio si è consumato nei pressi di Boccadoro, comune nella provincia di Barletta-Andria-Trani, in Puglia. Lo sfortunato protagonista è un cane che è stato ripreso da alcuni passanti mentre veniva trascinato da un’automobile sulla ex strada statale 16. Il povero animale era legato al retro della macchina con il guinzaglio agganciato al portabagagli. A fermare l’orrore sarebbero stati due ragazzi che hanno inseguito il veicolo che procedeva a bassa velocità e lo hanno fatto fermare. Una volta arrestato il veicolo, i proprietari hanno parlato di un errore, una dimenticanza.

Leggi anche —> Omicidio Marco Vannini, il maresciallo Izzo a Chi l’ha visto?: “Non è vero niente”

Cane legato al bagagliaio della macchina: “Questa bestia non la passerà liscia”

Un filmato choc ripreso da due ragazzi ha documentato un terribile episodio consumatosi in Puglia. Le immagini mostrano un povero cane trascinato da un’automobile in corsa con il guinzaglio agganciato al portabagagli. È accaduto sulla ex statale 16 nei pressi di Boccadoro, comune nella provincia di Barletta-Andria-Trani, in Puglia. I ragazzi, come riportato dalla redazione di Leggo.it, che hanno ripreso quanto stava accadendo hanno fermato il veicolo su cui viaggiavano i proprietari del povero animale i quali si sono giustificati parlando di un errore. Il video ha fatto il giro del web divenendo in poco tempo virale scatenando l’ira degli utenti e la reazioni di molti politici che hanno espresso il loro parere sulla questione. Su Facebook il Enrico RizziPresidente del Nucleo Operativo Italiano Tutela Animali Onlus ha commentato l’accaduto pubblicando il video del padrone dell’animale che ha inveito contro la donna che ha ripreso la scena: “Il cane di Barletta legato ieri alla macchina sembrerebbe vivo. E il presunto proprietario invece di chiedere scusa, minaccia la testimone che ha fatto il video, augura la morte e dice che stiamo facendo un casino per nulla. Un signore!“. Rizzi prosegue scrivendo: “Secondo la tesi di questo genio, il cane si sarebbe chiuso nel vano posteriore da solo e legato, poi lo sportellone si sarebbe accidentalmente aperto e sarebbe scivolato rimanendo incastrato con lo sportellone che una volta aperto, si sarebbe magicamente richiuso da solo e lasciando quindi il cane incastrato. Il tutto, mentre due persone a bordo (guidatore e passeggero) non si sarebbero mai accorti di nulla. Questo simpatico personaggio è convinto di vivere su Giove o su Marte e di poter prendere in giro l’Italia, facendo tutti fessi. E’ chiaro che il cane è stato legato da qualcuno. Non sono certo io a dire chi è stato, ma dovrà stabilirlo la Magistratura. Detto ciò, pur se fosse come dice il personaggio, questa gente non è all’altezza di gestire un animale, salvato miracolosamente grazie alla ragazza che ha fatto fermare l’auto. Proprio per questo e come già annunciato ieri – conclude il Presidente del Nucleo Operativo Italiano Tutela Animali Onlus – a brevissimo mi reco dai Carabinieri per sporgere denuncia e chiederò ai sensi dell’art. 321 c.p.p. di procedere all’immediato sequestro penale del cane (dal video si evincono chiaramente delle ferite) onde evitare che il reato di maltrattamento di animali possa essere ripetuto e/o portato a conseguenze ulteriori“.

Sull’accaduto è intervenuto anche il sindaco di Trani, Amedeo Bottaro, che su Facebook ha scritto: “Questa bestia non la passerà liscia“. Anche il vicepremier e Ministro dell’Interno Matteo Salvini si è espresso sulla vicenda pubblicando il video choc circolato in rete e scrivendo su Facebook: “Che schifo. Tra Barletta e Trani un cane legato con il guinzaglio dentro al bagaglio posteriore è stato vergognosamente TRASCINATO, chissà per quanto. Per fortuna è ancora vivo ma ora mi auguro che la BESTIA “umana” che ha commesso questo crimine paghi fino in fondo. La proposta di legge della Lega per raddoppiare le pene a chi fa del male agli animali è arrivata in Commissione giustizia al Senato, chiedo il supporto di tutti per accelerare: non si tratta di una questione politica, ma di civiltà che dovrebbe unire tutte le persone di buonsenso!“.

Leggi anche —> Rocca di Papa, morto il sindaco eroe rimasto ferito nell’esplosione