Carabinieri
Carabinieri (foto dal web)

Un anziano 80enne è stato ritrovato morto in casa a Val di Chy (Torino) con il viso sbranato dai suoi undici cani che teneva all’interno dell’abitazione.

Una terribile quanto agghiacciante vicenda arriva da un piccolo comune in provincia di Torino, Val di Chy. Alcuni amici non vedendo e non riuscendo a contattare l’80enne Leonello Tasso hanno dato l’allarme ai soccorsi e alle forze dell’ordine. I Carabinieri di Vico Canavese mercoledì 19 giugno, giunti presso l’abitazione dell’anziano, in località Alice Superiore, sono entrati in casa ed hanno fatto una raccapricciante scoperta. L’uomo è stato ritrovato senza vita, deceduto probabilmente da giorni, completamente sfigurato dai morsi inflittigli dai cani che si trovavano all’interno della casa. Immediatamente sul posto è giunto il medico legale che da una prima ispezione sul cadavere e dai primi accertamenti sembra che l’uomo sia morto domenica scorsa.

Uomo anziano ritrovato sbranato dai suoi cani: in casa condizioni di estremo disagio

Un anziano 80enne è stato ritrovato senza vita all’interno della sua abitazione sbranato dagli 11 cani che manteneva. È accaduto a Val di Chy, piccolo comune in provincia di Torino mercoledì scorso. A fare l’orribile scoperta sono stati i carabinieri di Vico Canavese, allarmati dagli amici della vittima che si erano preoccupati perché l’uomo non si era più visto né sentito. I militari dell’Arma, secondo quanto riportato dalla redazione di Torino Today, una volta entrati in casa hanno trovato il cadavere dell’uomo, Leonello Tasso, riverso a terra con il volto sbranato dagli 11 cani che si trovavano all’interno dell’abitazione, sita in località Alice Superiore. Sul posto sono sopraggiunti anche i sanitari del 118 ed il medico legale che ha effettuato una prima ispezione sul cadavere. Dai primi accertamenti e dalle prime indagini dei carabinieri è emerso che l’uomo potrebbe essere deceduto domenica scorsa ed i cani si sono avventati sul suo cadavere per mancanza di cibo. I Carabinieri hanno trovato all’interno della proprietà anche altri animali d’allevamento e condizioni di estremo disagio con escrementi sparsi e anche alcuni topi. Gli animali sono stati affidati ad alcuni centri della zona.

Leggi anche —> Rocca di Papa, morto il sindaco eroe rimasto ferito nell’esplosione