Pininfarina Battista

Pininfarina Battista: l’hypercar elettrica da 1900 CV debutta a Torino

La casa automobilistica torinese Pininfarina ha svelato una versione leggermente ridisegnata della sua hypercar elettrica Battista nella sua città natale, poiché la macchina da 1900 CV si prepara per programmi di test avanzati entro la fine dell’anno.

Il frontale della vettura, rielaborato dopo l’ultima fase di test aerodinamico, presenta linee più definite lungo il cofano motore, mentre gli specchietti retrovisori sembrano essere stati rimodellati per migliorare il flusso d’aria. L’auto tornerà nella galleria del vento, prima di iniziare un rigoroso programma di test su pista sotto la guida dell’ex-F1 e pilota di Formula E Nick Heidfeld.

I produttori di Battista affermano che è la più potente auto da strada mai prodotta in Italia, con un motore separato per ogni ruota che, collettivamente, fornisce fino a 1900 CV. Secondo l’azienda torinese lo scatto 0-100 km/h sarà coperto in meno di 2″ e raggiungerà una velocità massima di 350 km/h

Il powertrain è in gran parte condiviso con Rimac C_Two , ma il CEO di Automobili Pininfarina, Michael Perschke, ha voluto sottolineare le differenze tecniche tra i due. “Non lo paragonerei a qualcosa come un’Audi R8 e una Lamborghini Huracán che sono tecnicamente identici. Condivideremo probabilmente il 40-50% delle componenti tecniche pure”.

Due SUV nel futuro di Pininfarina

Battista è la prima vettura di Pininfarina Automobili e la società di proprietà di Mahindra prevede di lanciare tre veicoli elettrici nei tre anni successivi alla sua introduzione. Perschke ha suggerito che due saranno crossover per competere con Bentley Bentayga e Lamborghini Urus. L’ambizione dell’azienda è di vendere tra le 8000 e le 10.000 auto all’anno entro cinque anni.

Il programma di progettazione di Battista è stato guidato dal boss di Pininfarina Automobili, Luca Borgogno, che ha dichiarato che il suo team ha affrontato una battaglia per portare il concetto originale alla realtà produttiva. L’auto finita sarà omologata per la vendita in Europa e negli Stati Uniti. Nonostante il gruppo motopropulsore radicalmente diverso e il pacco batteria basso, la Battista ha mantenuto le proporzioni di una classica supercar a motore centrale. Le consegne inizieranno entro la fine del 2020 in Europa, con vendite negli Stati Uniti e in Asia dopo il 2021.