Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (Getty Images)

MotoGP | Max Biaggi: “Vi spiego cosa penso di quanto fatto da Lorenzo”

L’errore di domenica commesso da Jorge Lorenzo ha alzato un bel polverone sullo spagnolo, il rider della Honda con la sua caduta ha fatto fuori, infatti, in un sol colpo tutti i maggiori sfidanti per il titolo che in questo momento sembra tra le mani del compagno di team Marc Marquez.

Max Biaggi, che da sempre è un grande amico e sostenitore di Jorge Lorenzo, ha provato a dire la sua sull’accaduto dal proprio profilo Facebook: “Ciao ragazzi, oggi mi fa piacere ritornare sull’episodio tanto discusso che si è verificato ieri, durante il GP di Catalunya. Al secondo giro, a causa di un errore di Jorge, c’è stata una maxi caduta in cui sono stati coinvolti oltre Jorge, anche Dovizioso, Vinales e Rossi in rigoroso ordine di coinvolgimento”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Tanto rumore per nulla

Il rider romano ha poi proseguito: “Nel guardare la ripresa dall’alto si vede chiaramente che Jorge e Vale arrivano lunghi alla staccata, in quanto il primo era in lotta con Maverick ed il secondo con Danilo Petrucci. Si vede inoltre bene che Dovizioso quando viene superato da Marquez prova a staccare con maggior energia, per cercare di fare una traiettoria più interna, in modo da rialzare la moto più velocemente e sfruttare così l’accelerazione, per provare ad incrociare”.

Max Biaggi ha poi provato a spiegare l’atteggiamento del pilota spagnolo della Honda: “Lorenzo evidentemente già lungo, si è ritrovato ancora più vicino Andrea di quanto avesse previsto e per evitare di colpirlo ha pinzato molto forte a moto inclinata. Il botto è stato inevitabile a quel punto. Questo è evidentemente ciò che è avvenuto. Detto ciò è altrettanto evidente che Andrea non ha nessuna colpa dell’accaduto, così come Vale o Maverick. Il tutto è derivato da un evidente errore di valutazione di Jorge, avvenuto in una curva dove, dato il particolare layout (una curva strettissima che quasi ritorna indietro) si rallenta tantissimo”.

Infine il pilota capitolino ha così concluso: “Inoltre la sfortuna ha voluto che nella caduta fossero coinvolti tre piloti che avrebbero potuto lottare per la vittoria. Insomma è stata una bella frittata e di questo ne è consapevole anche Jorge, che ha espresso le sue pubbliche scuse in diretta TV e dopo la gara è andato a scusarsi con tutti i piloti coinvolti.
Ora riguardo a quanto accaduto, io ritengo che sia giusto dare le colpe a chi ce l’ha, ma non si può demolire un pilota che non è solito fare questi errori. Comprendo la necessità che si ha oggigiorno di alzare polveroni, perché è questo che fa più clamore, ma ripeto che non si può demolire un pilota che nella sua carriera ha dimostrato di essere corretto e sincero”.

Antonio Russo