Mattia Binotto (©Getty Images)

F1 | Mattia Binotto: “Il Paul Ricard circuito complicato per la Ferrari”

Dopo lo smacco del Canada e la vittoria assegnata post gara a Lewis Hamilton per l’episodio accaduto al giro 48 che ancora sta facendo discutere, la Ferrari punta a rifarsi già dal prossimo weekend quando andrà in scena il GP di Francia, round che nel 2018 aveva visto davanti a tutti, manco a dirlo, il solito Ham.

In questa stagione saremo avvantaggiati rispetto alla scorsa perché avremo molti più dati dai quali cominciare a lavorare“, ha sostenuto Sebastian Vettel. “Le gomme a disposizione saranno di una mescola più dura rispetto a Montreal, quindi la corsa con ogni ogni probabilità prevederà un’unica sosta. Al Paul Ricard le condizioni meteo possono essere imprevedibili con temperature altissime ma anche parecchio vento“.

Un anno fa il mio gran premio fu compromesso da un incidente capitato al primo giro, in ogni caso credo che la nostra vettura abbia il potenziale per ottenere un buon risultato“, ha concluso speranzoso.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Malgrado la scarsa esperienza sul tracciato transalpino pure Charles Leclerc ha mostrato un certo ottimismo. “Nonostante si trovi molto vicina a dove vivo, le Castellet è un circuito abbastanza nuovo per me. Dodici mesi fa riuscì per la prima volta ad accedere al Q3. Credo che non dimenticherò mai quel sabato“, ha raccontato il monegasco. “Come layout è piuttosto anonimo e poco rischioso per via delle ampie vie di fuga. Per questo sono convinto di poter fare bene“.

Dopo i fatti del Gilles Villeneuve abbiamo voglia di tornare in azione e di confrontarci nuovamente con i nostri avversari”, ha confermato il boss della scuderia di Maranello Mattia Binotto. “Dalla nostra avremo qualche piccola evoluzione, elementi che rappresentano per noi un passo utile a definire la direzione da percorrere nello sviluppo della monoposto, ma che non saranno la soluzione ai nostri problemi. Sappiamo già che la pista francese sarà complicata per noi in quanto non particolarmente favorevole al nostro pacchetto,comunque faremo del nostro meglio”.

Chiara Rainis