Identificato il cadavere rinvenuto nel Po: è un ragazzo sospettato di omicidio

0
1529
Carabinieri
Carabinieri (foto dal web)

Gli investigatori sono riusciti a risalire all’identità del cadavere riemerso dal fiume Po lo scorso aprile. Si tratta di un ragazzo brasiliano di 22 anni suicidatosi lo stesso giorno dell’omicidio della cognata.

Il cadavere riemerso dal fiume Po lo scorso 9 aprile è stato identificato. Il corpo senza vita era stato ritrovato da due pescatori nel territorio del comune di Pieve del Cairo, in provincia di Pavia. Dal momento del rinvenimento sono scattate le indagini per risalire alla sua identità che sarebbe stata accertata ad oltre due mesi di distanza ad Alessandria. Si tratta di un ragazzo di 22 anni di origine brasiliana che si era tolto la vita gettandosi nel fiume Tanaro lo scorso novembre. Poco prima del suicidio, la cognata del 22enne era stata ritrovata senza vita nella sua abitazione del capoluogo di provincia piemontese e gli inquirenti ipotizzano che il ragazzo possa essere coinvolto nell’omicidio della moglie del fratello.

Identificata l’identità del cadavere rinvenuto nel Po: si tratta di un 22enne suicidatosi al Alessandria

Lo scorso 9 aprile dal fiume Po è riemerso un cadavere nel territorio di Pieve del Cairo, comune in provincia di Pavia. Gli inquirenti da subito hanno avviato le indagini per risalire all’identità del cadavere su cui sono stati effettuati gli esami del caso. A due mesi di distanza quel corpo, ritrovato da due pescatori senza vestiti e con soli i calzini indosso, ha un nome. Secondo quanto riportato dalla redazione de Il Giorno, si tratta di Pedro Casteluci Tofanetto de Oliveira, un ragazzo di 22 anni di origine brasiliana che si era tolto la vita il 30 novembre dello scorso anno. Il 22enne si era gettato dal ponte Meier nel fiume Tanaro ad Alessandria e poco prima la cognata era stata ritrovata uccisa nella sua casa nel centro storico della città. Gli inquirenti avevano ipotizzato che il gesto di Pedro potesse essere legato all’omicidio della cognata, la 24enne Caroline Campinho Morgado de Oliveira. Risalire all’identità del ragazzo non è stato facile per i carabinieri di Voghera e di Alessandria che in collaborazione hanno passato al setaccio le denunce di scomparsa relative alle aree interessate risalendo all’episodio e per avere una conferma hanno comparato il test del Dna del corpo con quello del fratello. Adesso i militari dell’Arma cercheranno di ricostruire quanto accaduto quel giorno e, secondo Il Giorno, una delle ipotesi potrebbe essere quella dell’omicidio-suicidio.

Leggi anche —> Caso Mario Biondo: “I ‘personaggi’, coinvolti sono sempre più numerosi”