Polizia
Polizia (foto dal web)

Un uomo marocchino, in Italia da diversi anni, ha provato a dar fuoco alla figlia di soli 15 anni per via del suo modo di vivere e vestire ritenuto troppo “occidentale”. L’uomo è stato arrestato per maltrattamenti.

Sfiorata tragedia ad Arcade, un piccolo comune in provincia di Treviso. Una giovane ragazza di origine marocchina di 15 anni ha rischiato seriamente la vita a causa dell’ira del padre che ha provato ad ucciderla. L’uomo, non sopportando il tenore di vita della figlia ritenuto troppo “occidentale”, l’ha cosparsa di benzina all’interno dell’abitazione e ha provato a darle fuoco con un accendino. Fortunatamente per la 15enne quest’ultimo si è inceppato e l’uomo non ha portato a termine quanto aveva progettato.

Leggi anche —> La lira circola ancora in Italia: ecco chi la utilizza e per quali scopi

Veste troppo “all’occidentale”: padre insegue e prova a dar fuoco alla figlia

Ad Arcade, piccolo comune in provincia di Treviso, una giovane ragazza di origine marocchina ha rischiato la vita. La 15enne è stata, difatti, aggredita dal proprio padre, un uomo marocchino in Italia da oltre 20 anni che lavora presso un’azienda del trevigiano, che ha provato a darle fuoco. Secondo la ricostruzione dei fatti riportata dalla redazione de Il Gazzettino di Treviso, l’uomo non sopportando il modo di vivere della figlia ritenuto troppo “occidentale”, principalmente per i vestiti che la 15enne indossava per uscire di casa, ha provato a darle fuoco al culmine dell’ennesima lite. Nello specifico, ad innescare la lite sarebbe stato il padre, per nulla contento dei vestiti a maniche corte indossati dalla figlia. L’uomo avrebbe inseguito la ragazza sino in camera sua, dove avrebbe cosparso con liquido infiammabile gli abiti indosso alla 15enne. A salvare la ragazza sarebbe stato l’incepparsi dell’accendino che avrebbe impedito al padre di compiere il tragico gesto. Il gravissimo episodio, come racconta Il Gazzettino di Treviso, ha spinto la madre e la figlia dell’uomo a denunciare quanto subito. L’uomo è stato arrestato per maltrattamenti, mentre la ragazza e la madre sono state accompagnate presso un centro protetto.

Leggi anche —> Camion che trasportava milioni di api si ribalta: è emergenza