MotoGP, Danilo Petrucci: “Corsa al Mondiale? Buona idea”

0
121
Danilo Petrucci
Getty Images

MotoGP, Danilo Petrucci: “Corsa al Mondiale? Buona idea”

Danilo Petrucci è salito sul podio per la terza volta consecutiva. Un risultato più che soddisfacente per il pilota ternano che ancora deve mettere nero su bianco sul contratto. “Sono davvero contento di questo terzo posto perché non sono stato uno dei più veloci di questo fine settimana. Purtroppo abbiamo dovuto lottare da venerdì con la mancanza di trazione e grip sulla ruota posteriore. Ma ho fatto del mio meglio per risolvere il problema. ”

A facilitare l’ascesa sul podio del Montmelò l’incidente provocato della Honda di Jorge Lorenzo al secondo giro, che ha messo ko quattro contendenti per la vittoria. “Lorenzo mi ha attaccato molto, molto aggressivamente, ha cercato di passare. Alla curva 10 ero nel mezzo dello schianto. Ricordo che ho frenato forte e mi sono detto, okay, devo fermare la moto. Allo stesso tempo, Valentino [Rossi] è passato molto velocemente, anche Lorenzo”, ha riassunto Danilo Petrucci.

Il pilota ternano rimasto in gara non è riuscito a tenere il passo di Marc Marquez, è riuscito a mettersi alle spalle Alex Rins, ma nel finale si è arreso a Fabio Quartararo. “Ho avuto grandi problemi di trazione alla ruota posteriore e Alex e Fabio hanno spinto dietro di me. Sapevo che Alex era veloce. Ha provato diverse volte a sorpassarmi, ma ho sempre trovato una risposta. Alla curva 4, è passato dentro e ci siamo toccati molto duramente. Ho visto che ha davvero avuto problemi, quindi ho deciso di attaccarlo di nuovo. Alla fine, Fabio [Quartararo] è stato molto, molto veloce. A tre giri dalla fine mi sono detto che un terzo posto è buono, anche per la Coppa del Mondo. Sono molto contento di questo”.

Per la prossima resa dei conti ad Assen (28-30 aprile), Danilo Petrucci è molto ottimista: “Assen è una pista che mi piace davvero. Purtroppo l’anno scorso abbiamo avuto alcuni problemi, ma nel 2017 siamo stati veloci per tutto il weekend, sotto la pioggia e sull’asciutto. Non vedo davvero l’ora di arrivarci”. Adesso in classifica dista appena 5 lunghezze da Andrea Dovizioso, la corsa al titolo potrebbe giocarsi ad armi pari. Quando Guido Meda ai microfoni di Sky Sport MotoGP gli fa notare la cosa, Petrux sorride: “Una buona idea!”.