cuore

Forame ovale, il buco al cuore che provoca un ictus: ce l’ha un italiano su quattro. ecco i sintomi che non bisogna sottovalutare.

Un italiano su quattro avrebbe un difetto cardiaco chiamato “pervietà del forame ovale (FOP)” ovvero presenterebbe un piccolo foro nella membrana che separa l’atrio destro del cuore da quello sinistro, che provocherebbe diversi problemi e i cui sintomi non andrebbero sottovalutati.

Forame ovale, il buco al cuore che provoca un ictus

Secondo quanto riporta Libero Quotidiano, il forame ovale sarebbe una anomalia congenita che, in alcuni casi, non si manifesta permettendo a chi la presenta di condurre una vita assolutamente normale. In altri casi può causare alcuni disturbi e problemi di salute quando tra i due atri del cuore si verifica il passaggio di micro-coaguli di sangue e possono provare ictus.

I sintomi sono cefalee che non vanno via neanche con potenti analgesici, difficoltà od impossibilità temporanee nel movimento di una mano o di uno o più arti, difficoltà verbale, vari disturbi visivi o dell’ equilibrio

Melania Rizzoli, per Libero Quotidiano, scrive: “La cura per tale difetto consiste nella terapia anticoagulante, che impedisce la formazione di trombi, e la chiusura del foro ovale attraverso la vena femorale di una gamba, avanzando lungo il vaso un dispositivo che arriva fino al cuore, e che posiziona un piccolo disco metallico a cavallo del setto cardiaco, così da chiudere il foro ed impedire il passaggio di pericolosi micro-emboli”.

Infine, Libero Quotidiano aggiunge che quella del “forame ovale” è un’anomalia con cui convivono migliaia di persone, molte delle quali non ne sono neanche a conoscenza.