Oggi, in una conferenza stampa organizzata nel salone d’Onore del Coni, Francesco Totti ha ufficializzato le sue dimissioni da dirigente della Roma.

Francesco Totti e la Roma si sono detti addio. Una storia d’amore durata 30 anni: dalle giovanili, alla prima squadra, alla dirigenza che si è chiusa con un’email al Ceo che ha sancito la fine di un’era. Ad annunciarlo è stato lo stesso ex capitano in una conferenza stampa organizzata nel salone d’Onore del Coni durante il quale ha spiegato le motivazioni del divorzio. “Ho annunciato -riporta l’agenzia Ansacon una mail al Ceo della società, oggi, le mie dimissioni da dirigente della Roma. È un giorno che speravo non sarebbe mai arrivato. Dico che non è stata colpa mia – ha proseguito Totti – perché’ non sono mai stato coinvolto in un progetto tecnico. Il primo anno ci poteva stare, ma poi mi ero fatto delle idee chiare. Il mio è un arrivederci, non è un addio alla Roma perché vista dall’esterno è impossibile tenere fuori Totti dalla Roma. Mi dà fastidio e da romanista non penso che possa succedere. Adesso -ha concluso l’ex capitano giallorosso- prenderò altre strade, e nel momento in cui un’altra proprietà punterà forte su di me io sarà sempre pronto“.