Auto elettriche, dal 1° luglio inizia la rivoluzione

0
122

Tesla auto elettrica

Auto elettriche, dal 1° luglio inizia la rivoluzione

Dal 1° luglio le auto elettriche e ibride non potranno più essere silenziose. Inizialmente la silenziosità era un aspetto sbandierato per ridurre fortemente l’inquinamento acustico, ma è un potenziale pericolo per la sicurezza stradale, dato che gli altri utenti della strada (soprattutto i pedoni) potrebbero non percepire il sopraggiungere di un’autovettura.

Il legislatore europeo ha decretato che, dal 1° luglio 2019, tutti i nuovi modelli di auto elettriche e ibride venduti nell’Unione Europea debbano essere dotati di un sistema denominato AVAS (acronimo di Audible Vehicle Alert System), in grado di riprodurre un suono artificiale. Questo avvisatore acustico non potrà essere disattivabile, dovrà essere in grado di produrre un suono con una tonalità decisa e un’intensità di almeno 56 decibel fino a 75 decibel quando la vettura si sta spostando fino a una velocità di 20 km orari.

Il provvedimento dell’Unione Europea riguarderà tutti i veicoli con quattro o più ruote dotati di motore elettrico. Alla base dell’obbligo c’è la volontà di tutelare ciclisti e pedoni, che per avvertire il pericolo di un’automobile in avvicinamento si basano parzialmente sull’udito.

Alcune case motoristiche come Jaguar, Nissan e BMW si sono mosse in anticipo con un allarme sonoro che fino ad oggi era disattivabile. Opzione che non sarà più permessa dall’inizio di luglio. Intanto un nuovo colosso è pronto a debuttare nello scenario della mobilità elettrica, Dyson, con il suo progetto che promette di diventare il peggior rivale di Tesla.