WhatsApp
WhatsApp (foto dal web)

Da qualche giorno sulle chat di WhatsApp sta circolando una nuova truffa di un fantomatico operatore Vodafone che promette sconti e promozioni.

WhatsApp è ormai divenuta una delle applicazioni più utilizzate al mondo e per alcuni utenti è divenuto ormai uno strumento indispensabile, anche in ambito lavorativo. Le funzionalità ed i servizi offerti dall’app di messaggistica istantanea sono molteplici, ma alcune insidie si nascondono al suo interno. Ultimamente si è parlato molto della privacy degli account dell’app del gruppo Facebook, messa a repentaglio da malintenzionati che vorrebbero controllare le nostre chat, ma in realtà questa non sarebbe l’unico aspetto negativo. Su WhatsApp, difatti, circolano molto truffe che potrebbero ingannare utenti ignari, l’ultima sarebbe quella di un fantomatico operatore Vodafone che promette promozioni e sconti.

Leggi anche —> WhatsApp riduce la qualità delle fotografie condivise nelle chat

WhatsApp circola una nuova truffa: un fantomatico operatore Vodafone promette sconti

Sono migliaia le truffe circolate su WhatsApp in questi anni che hanno ingannato moltissimi utenti caduti nella rete dei malintenzionati. Sull’applicazione del gruppo Facebook Inc. da quando è stata lanciata sul mercato in molti hanno provato a truffare gli utenti ignari attraverso raggiri messi in atto con diverse modalità dato che per contattare un utente, come accade con gli sms, con WhatsApp basta avere il contatto di quest’ultimo e salvarlo in rubrica. L’ultima in ordine cronologico, secondo quanto riportato da Libero Tecnologia, sarebbe quella di un finto operatore Vodafone che contatta diversi utenti per promettere sconti e promozioni se si cambia tariffa telefonica. L’operatore si fa chiamare Emma Bonini e promettendo degli sconti si farebbe inviare i dati personali degli utenti per poi rivenderli a terzi. Vodafone, che non contattata i propri clienti attraverso l’applicazione di messaggistica istantanea, ha informato gli utenti di non fidarsi di questi messaggi e di segnalarli al centro assistenza. Anche in questo caso, come accade per molte truffe che circolano sull’applicazione di messaggistica, a farne le spesse maggiormente sono le persone anziane e le persone che non hanno molta dimestichezza con la tecnologia e gli smartphone.

Leggi anche —> Chiusi numerosi account Whatsapp: ecco il motivo