Sparo Pistola
(Getty Images)

Un pensionato di 83 anni a Palma Campania, provincia di Napoli, spara ai gestori di un locale che si trovavano sotto la propria abitazione. Il bilancio è tragico un morto e due feriti.

Un pensionato di 83 anni a Palma Campania, provincia di Napoli, ha esploso cinque colpi di pistola contro i gestori di un locale che si trovava al piano di sotto della propria abitazione. Il titolare dell’esercizio commerciale, Giuseppe di Francesco, 67 anni, è deceduto a causa delle ferite riportate, mentre la figlia ed il genero sono rimasti gravemente feriti, ora sono ricoverati in prognosi riservata presso gli ospedali di Sarno e Nola dove sono stati trasportati dopo la sparatoria.

Pensionato spara ai gestori di un locale: un morto e due feriti

A scatenare la follia del pensionato 83enne, secondo una prima ricostruzione effettuata dai carabinieri e dai colleghi della sezione operativa di Nola, sarebbe stato il volume troppo alto della musica proveniente dal chiosco sito al piano terra dello stabile in cui viveva l’anziano pensionato. L’uomo che abitava al primo piano di un palazzo in via Trieste a Palma Campania, comune in provincia di Napoli, non avrebbe più tollerato gli schiamazzi provenienti dal locale e per questo motivo avrebbe sparato contro i gestori del chiosco. Stando a quanto riportato dall’Ansa, l’anziano avrebbe esploso cinque colpi ferendo il titolare dell’esercizio commerciale, sua figlia ed il genero. Le tre vittime, trasportate d’urgenza negli ospedali di Sarno e Nola, sarebbero state immediatamente sottoposte a delicati interventi chirurgici, ma per il titolare, il 67enne Giuseppe di Francesco non ci sarebbe stato nulla da fare. L’uomo è, infatti, deceduto a seguito delle ferite riportate.

I militari dell’arma, giunti presso l’abitazione del pensionato 67ennne hanno immediatamente rinvenuto l’arma del delitto, una pistola semiautomatica modello “Guardian” calibro 9 regolarmente detenuta, e non solo. L’anziano in casa custodiva altre armi, anche queste regolarmente denunciate: una pistola  semiautomatica Beretta “Px4 Storm”, una rivoltella Colt, cinque fucili e diverse munizioni. A seguito dell’episodio l’ottantatreenne è stato trasferito nel carcere di Napoli di Poggioreale.

Leggi anche —> Giovane perde la vita in un incidente: era il giorno del suo compleanno