Jorge Lorenzo
Getty Images

MotoGP, Jorge Lorenzo mea culpa: “Capisco Vinales, ringrazio Valentino”

Jorge Lorenzo ha chiesto scusa a gara in corso pubblicamente e al termine del GFP di Barcellona è andato fin dentro ai box Ducati e Yamaha. Sa di aver commesso un errore grave, ma quella curva 10 evoca incidenti del genere.

Dopo sei gare in affanno, dove non ha mai centrato la top ten, il maiorchino della Honda sentiva di poter finalmente combattere per il podio. la foga del momento ha portato a sbagliare e a rovinare la gara di Dovizioso, Vinales e Rossi. “Ho iniziato bene e ho guadagnato diverse posizioni (10° in griglia, ndr). I primi giri sono sempre difficili, alcuni piloti fanno girare il gas troppo tardi”, ha detto il pilota Repsol Honda. “A volte puoi trarre beneficio da queste scene, è quello che ho fatto oggi al primo turno. Mi sentivo molto bene in moto, meglio che nel warm-up e meglio di sabato e venerdì. Ho compensato un sacco in frenata. Quando ho accelerato prima della 10 qualcosa è successo a Marc Márquez. Maverick ha dovuto spegnere il gas, altrimenti lo avrebbe speronato. Ho approfittato, ho preparato una manovra di sorpasso, perché pensavo di avere dei vantaggi con le mie due gomme morbide nei primi due o tre giri. Poi ovviamente ho cercato di superare Maverick nel posto sbagliato nel momento sbagliato… Davanti c’era Dovi, ha preparato bene l’uscita d’angolo, ho visto una linea aperta per me. Mi sono avvicinato sempre più a Dovi. Per non toccarlo, ho dovuto frenare di più in avanti rispetto al solito. Pertanto, il pneumatico anteriore è collassato. In un’altra curva normale, non sarebbe accaduto”.

Jorge Lorenzo si dice mortificato per aver causato le cadute di altri tre piloti e comprende la rabbia di Vinales che ha chiesto una punizione esemplare per il pilota Honda. “Come sempre trovi molte opinioni diverse. Ognuno difende il suo punto di vista. Dico, tali curve evocano tali eventi, tali tornanti saranno sempre luoghi nevralgici. Devi tenerlo a mente. Forse non l’ho tenuto in considerazione oggi nella foga del momento. Devo prendere a cuore che devo essere più attento all’inizio. Ho provato questa manovra di sorpasso… È stato un mio errore. Capisco la reazione di Maverick. Perché sono diventato vittima di Iannone qui tre anni fa… Ho reagito allo stesso modo di Maverick oggi. Ecco perché lo capisco. Non posso dire di più. Sono grato per quello che ha detto Valentino”.