Fernando Alonso (©Getty Images)

WEC | Fernando Alonso festeggia a Le Mans e diventa campione endurance

Mentre ancora resta un misero cosa farà nel 2020, Fernando Alonso torna a festeggiare. Il due volte iridato del Circus ha infatti vinto a sorpresa la 24 Ore di Le Mans.

A sorpresa perché sin dalle prove libere del mercoledì l’equipaggio della Toyota TS050 Hybrid apparso più forte era stato il #7 di Mike Conway, Kamui Kobayashi e José María López, ed invece a tagliare per primo il traguardo della massacrante maratona della Sarthe è stato il #7 dello spagnolo, di Sébastien Buemi e di Kazuki Nakajima.

Cosa è successo – A un’ora dalla fine della gara la “barchetta” di Pechito ha subito un doppia foratura che lo ha costretto a tornare ai box. A nulla sono però valsi i giri record di Nakajima, che nel frattempo aveva preso il volante, il successo è passato alla sorella.

Con questo risultato il Samurai ha aggiunto un terzo titolo alla sua bacheca, visto che in Francia il trio Toyota ha potuto alzare la coppa piloti 2018/2019.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

È stato un ottovolante di emozioni“, ha confidato alla fine. “A volte ti ritrovi due minuti dietro, altre volte due davanti. Oggi è stato il nostro giorno fortunato, dovremmo giocare alla lotteria più tardi perché una foratura all’ultimo minuto ci regala una vittoria che forse non meritavamo in pista”.

La macchina numero 7 è stata la più veloce in pista per 24 ore ed è stato a causa del loro imprevisto che siamo arrivati davanti“, ha poi ammesso. “Ho perso diversi mondiali in F1 a causa della sfortuna, oggi invece la dea bendata non mi ha voltato le spalle”.

La conquista del campionato era l’obiettivo prioritario da raggiungere. Ci tenevo davvero e ora sono senza parole“, ha aggiunto prima di rivelare che nell’edizione ventura non lo vedremo alla guida.

L’anno prossimo verrò, ma solo come spettatore oppure, se arriverà una buona offerta, in qualità di commentatore“, ha chiosato.