marc marquez motogp

MotoGP, Catalunya 2019: Marquez commenta le Qualifiche di Montmelò.

Seconda posizione per Marc Marquez nelle Qualifiche MotoGP del Gran Premio di Catalunya 2019. Il campione del mondo in carica è stato battuto per soli 15 millesimi dal poleman Fabio Quartararo.

Lo spagnolo ha commesso un errore nel suo ultimo tentativo e si è precluso la possibilità di dare l’assalto alla pole position. Comunque era importante partire in prima fila e lui ha raggiunto l’obiettivo. Adesso con il team Repsol Honda valuterà gli ultimi accorgimenti da fare in vista della gara di domani pomeriggio. Farà molto caldo, quindi sarà importante scegliere le gomme giuste e saperle gestire al meglio.

MotoGP Catalunya, Marquez commenta le Qualifiche a Montmelò

Marquez, intervistato da Sky Sport MotoGP, ha così parlato al termine delle Qualifiche a Montmelò: «Sono contento di come è andata oggi. Abbiamo fatto un buon lavoro per tutto il weekend. Sembrava che non fossimo lì davanti, ma al momento della verità siamo lì e questo è ciò che conta maggiormente. Onestamente oggi si poteva fare la pole position, mi sentivo bene. Ma ho sbagliato all’ultimo giro, ho commesso un errore alla curva 4 rischiando di cadere. Comunque sono soddisfatto, siamo lì. Le Yamaha qui vanno veramente forte, però per il campionato sono più pericolose le Ducati e dunque sono contento di essere davanti a loro. Domenica darò il 100%».

Il sette volte campione del mondo conferma l’importanza della scelta delle gomme e della loro gestione durante la corsa in Catalunya: «Qui la gara è molto lunga, per questo abbiamo lavorato tanto con gomme usate. Volevamo capire bene quali pneumatici fossero quelli giusti da utilizzare. Sarà una gara nella quale si faticherà ad arrivare fino alla fine con un bel passo, però siamo lì. In FP4 abbiamo fatto tanti giri con gomma usata e i tempi erano buoni».

Infine a Marquez viene chiesto della sua arrabbiatura odierna in pista nei confronti di Jorge Lorenzo, reo di averlo un po’ ostacolato durante le prove libere: «Mi dà fastidio, perché quando l’ho fatto io l’hanno scorso mi hanno dato la penalità sia ad Austin che a Sepang. Avevano ragione. Già in FP3 al Mugello ho trovato Mir e abbiamo avuto pure un contatto. Comunque sono cose delle gare, è importante che ci sia la stessa regola per tutti».

 

Matteo Bellan