gaia russo leonardo novara
Gaia Russo, la madre del piccolo Leonardo (foto dal web)

Nicolas Musi avrebbe inviato dei messaggi dal contenuto davvero violento ed agghiacciante alla madre di Leonardo, il bambino ucciso a Novara.

Sul caso di Leonardo, il bambino ucciso di botte a soli 20 mesi a Novara, spunta un nuovo dettaglio. È la trasmissione ‘Quarto Grado’ in onda su Rete 4 a mettere in evidenza la cosa e parlando di messaggi dal tono fortemente violento ed intimidatorio che Nicolas Musi avrebbe inviato più volte a Gaia Russo, giovanissima madre di Leonardo. Lui è il compagno della 20enne che attualmente è in attesa di un altro figlio. Entrambi sono agli arresti, con Gaia detenuta ai domiciliari all’interno di una struttura sicura proprio perché in stato interessante. Musi invece è in carcere a Novara, dove avrebbe tentato il suicidio per poi essere fermato prontamente dalle guardie penitenziarie. Ha 23 anni ed una lista di reati anche gravi alle spalle. Alcuni membri della sua famiglia hanno confermato come Nicolas fosse dotato di un carattere particolarmente irascibile e violento.

LEGGI ANCHE –> Marco Carta, Selvaggia Lucarelli è certa: “Il furto è tutto un trucco” – FOTO

Leonardo, Nicolas Musi senza pietà: “Lo ammazzo”

E ne ha dato prova nei messaggi di cui parla ‘Quarto Grado’. La trasmissione Mediaset che si occupa di cronaca nera riferisce come spesso Nicolas Musi sia rimasto a casa da solo con il piccolo Leonardo, mentre Gaia andava in giro per commissioni. Pare che il pianto del piccolo abbia più volte esasperato Musi, al punto da portarlo a inviare messaggi dal carattere minaccioso alla compagna. “Torna a casa o ammazzo il tuo bastardo” e cose simili sarebbero state portate alla luce dagli investigatori. La ragazza si è sempre discolpata da qualsiasi accusa, sostenendo di non aver mai picchiato il suo bambino.

LEGGI ANCHE –> Franco Zeffirelli, addio al grande regista: aveva 96 anni – VIDEO