F1 | Giovinazzi delude nel Circus, ma vince il Trofeo Bandini

Tra sfortune ed errori grossolani il suo debutto nella massima serie non è stato certo dei più esaltanti. Malgrado ciò Antonio Giovinazzi questo sabato verrà premiato. L’occasione è il Trofeo Bandini, ormai storica manifestazione che si svolge a Brisighella, in provincia di Ravenna, e che negli anni ha visto omaggiati diversi piloti importanti.

Primo driver italiano a raggiungere la F1 dal 2011, il pugliese potrà ora affermare di condividere un riconoscimento con un collega blasonato come Robert Kubica, ma soprattutto con dei campioni del mondo del calibro di Michael Schumacher, Fernando Alonso and Kimi Räikkönen, Jenson Button, Jacques Villeneuve, Sebastian Vettel, Lewis Hamilton, Nico Rosberg.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Una festa aperta a tutti – Sulle strade della cittadina emiliana sono attesi ben 15 mila tifosi. Questo perché il driver di Martina Franca, vice-campione di F2 del 2017 salirà al volante della sua Alfa Romeo #99 e percorrerà un percorso stradale da Piazza del Popolo a Faenza fino a Piazza Carducci, proprio nel cuore di Brisighella. Lì la monoposto resterà in esposizione e potrà essere osservata, fotografata e toccata da coloro che lo vorranno. Un’occasione davvero unica per chi non è abituato a vedere da vicino i bolidi del Circus, ma anche per chi è più avvezzo e che potrà comunque godere di uno spettacolo raro.

Giovinazzi non sarà l’unico a ricevere il premio – Il 18esimo della classifica generale di F1 sarà accompagnato da altri membri del team del Biscione. Un particolare riconocimento verrà infatti assegnato al direttore tecnico Simone Resta, il capo degli ingegneri di pista Xevi Pujolar e il responsabile dell’aerodinamica Jan Monchaux.

Nei 7 round finora disputati Bon Giovi ha collezionato un 15° posto in Australia, un 11° in Bahrain, un 15° in Cina, un 12° in Azerbaijan, un 16° in Spagna, un 19° a Montecarlo e un 13° in Canada.

Chiara Rainis