MotoGP, Valentino Rossi: “Facile andare meglio che al Mugello”

0
507
Valentino Rossi
Valentino Rossi (Getty Images)

MotoGP, Catalunya 2019: Valentino Rossi commenta le prove libere del venerdì.

Valentino Rossi è riuscito a concludere in top 10 la prima giornata di prove libere MotoGP in Catalunya. Settimo tempo assoluto per il Dottore, che ha avuto modo di provare anche il nuovo scarico portato da Yamaha.

Intervistato da Sky Sport MotoGP, il nove volte campione del mondo si è così espresso su questo venerdì di FP1-FP2: «Non era difficile andare meglio che al Mugello, dato che là era andata veramente male. Sono abbastanza contento, è stato un buon venerdì. Sono riuscito a stare nei primi dieci sia alla mattina che al pomeriggio. Ho un buon feeling con la moto, abbiamo lavorato bene nel box dato che nel secondo turno siamo migliorati rispetto al primo. Comunque qui è difficile per tutti, dato che la pista ha poco grip e andiamo più piano dell’anno scorso. Diventa maggiormente complicato controllare la moto. Comunque come primo giorno non è male».

Rossi è abbastanza positivo per come sono andate le prove libere MotoGP odierne. Chiaramente è consapevole che c’è ancora da migliorare, visto che in FP3 probabilmente i tempi di tutti si abbasseranno e sarà fondamentale sia essere in top 10 che aver lavorato correttamente in ottica gara: «Naturalmente c’è ancora tanto lavoro da fare. L’obiettivo sarà quello di riuscire a stare anche domattina nei primi dieci per andare in Q2. Al Mugello avevamo cose da provare, visto che siamo il team ufficiale, mentre qui abbiamo tenuto tutto un po’ più standard. Questo non è un buonissimo segno, in teoria le cose nuove dovrebbero andare meglio. Comunque qui la moto va meglio, ho buon feeling sulla pista.».

A Valentino viene anche chiesto del nuovo scarico portato da Yamaha, ma non si sbilancia granché: «L’ho provato, ma dobbiamo riprovarlo. Vediamo, lo teniamo per lunedì nel test». Il fatto che debba essere testato ulteriormente lunedì significa che non sia stato granché efficace oggi per il 40enne pilota pesarese.

 

Matteo Bellan