Alberto Puig
Alberto Puig (Getty Images)

MotoGP, Puig rassicura Marquez: “Non stravolgeremo una moto vincente”

Il Team Manager di Repsol Honda, Alberto Puig, a Barcellona ha presentato l’accordo di collaborazione con Samsung attraverso il quale la tecnologia 8K arriverà in MotoGP, una pietra miliare nel settore degli sport audiovisivi, unendo la tecnologia all’avanguardia al mondo del motociclismo.

Soluzioni ergonomiche per Jorge Lorenzo

Il capo della squadra ha parlato a lungo della delicata situazione di Jorge Lorenzo e ha sottolineato che “la Honda ha sempre rispettato i contratti, nessuno, in questo momento, ha preso in considerazione l’ipotesi di rescindere. La mia opinione è di ascoltare quello che dice, raccogliere le informazioni e cercare di aiutarlo. Dice che la moto non è confortevole. Da lì, abbiamo provato, e stiamo cercando di renderla confortevole. La sua argomentazione non è mai stata che la moto non vada bene o non funzioni, ha solo problemi di ergonomia. Questo è ciò che ci ha trasmesso”.

Da qui alla prossima stagione HRC si pone l’obiettivo di aiutare Jorge Lorenzo a lottare per il podio, una sfida personale per entrambi che non interferirà con il lavoro e le richieste di Marc Marquez, il quale resterà pilota di punta. “Marc è il leader della squadra, è il portabandiera e fa andare avanti i risultati di questa squadra – ha precisato Alberto Puig -. È stato così per molto tempo. Ciò che sorprende in questo momento è il comportamento di Jorge, a causa di tutti i problemi che può avere. Ma nemmeno si nasconde, non si giustifica, né lancia reclami. Semplicemente, ha riconosciuto che non si adatta a quella moto. E il motivo, secondo lui, è questo, quindi l’unica cosa che possiamo fare da Honda è provare a dargli una moto che sia più comoda”.

Marquez pilota di riferimento Honda

Ha rivelato che l’idea di andare in Giappone “deriva dal buon senso: una cosa che non funziona dovrebbe essere tentata di risolverla. Ecco perché è stato deciso di andare in Giappone, piuttosto che fare cose in Europa con informazioni giapponesi. A volte, è meglio andare direttamente sul posto”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

 

Anche nel futuro a dettare la linea sarà Marc Marquez, visti i risultati non potrebbe essere altrimenti. “Che Jorge non si adatti alla moto è una possibilità e sta succedendo, ma non è che la moto non funzioni. È più un problema di adattamento di Jorge alla Honda. Quest’anno abbiamo fatto un passo importante al livello di potenza… Le moto non sono mai perfette e dobbiamo sempre migliorare, ma quello che non possiamo aspettarci è cambiare completamente la moto semplicemente perché un pilota non si adegua, soprattutto se la moto sta vincendo e guida il campionato”.