MotoGP, Marquez: “Strategia cambiata”. Lorenzo: “Sto migliorando”

0
636
marquez lorenzo MotoGP
Marc Marquez e Jorge Lorenzo (Getty Images)

MotoGP, Catalunya 2019: le sensazioni di Marquez e Lorenzo dopo il venerdì al Montmelò.

Marc Marquez e Jorge Lorenzo arrivavano in condizioni diverse a Montmelò. Il primo da leader del campionato MotoGP e il secondo in grande difficoltà. Umori sicuramente opposti, ma la medesima voglia di fare bene in Catalunya di fronte al pubblico spagnolo.

Per Marquez un venerdì di prove libere un po’ atipico oggi, visto che in FP2 ha chiuso solamente diciassettesimo. Comunque il tempo della FP1 gli ha permesso di essere nono nella classifica combinata della giornata. Intervistato da Sky Sport MotoGP, ha così commentato: «Abbiamo lavorato in modo un po’ diverso qui. Era la strategia alla quale avevamo pensato, sappiamo che qui non è facile fare il tempo. Comunque volevo provare tutto per vedere come andavano le gomme. Ne ho provate due diverse dietro e anche davanti. Penso che abbiamo fatto un buon lavoro, in modo tale da avere la situazione più chiara. Al Mugello non avevamo fatto la strategia giusta nelle prove, qui abbiamo cambiato per cercare di essere più pronti in gara. Tutti soffriamo col grip, io fatico un po’ con le gomme davanti».

Il sette volte campione del mondo ha fatto molte comparazioni a livello di pneumatici, cercando col team di trovare soluzioni che potessero renderlo maggiormente competitivo. I suoi crono di oggi magari non saranno stati impressionanti, però Marc in vista del weekend è sempre uno dei piloti da battere. Anche a Montmelò si giocherà la vittoria, come sempre.

Tanto lavoro anche dall’altra parte del box Repsol Honda, con Lorenzo che sulla sua RC213V aveva un serbatoio nuovo. Una sua richiesta che la casa di Tokio ha assecondato, nella speranza di aiutarlo ad essere maggiormente competitivo. Jorge dopo le prove libere MotoGP di oggi è abbastanza fiducioso, nonostante abbia conquistato solo il quattordicesimo tempo assoluto: «Il gap dai più veloci non è così grande, il feeling con la moto è un po’ migliorato e riesco a guidarla in modo maggiormente aggressivo. Un giorno positivo per me. Ancora non so bene dove mi aiuti il nuovo serbatoio, dobbiamo fare più prove per capirlo. Sapevo che questo sarebbe stato un pezzo del puzzle da costruire. Questo non ci farà lottare per vincere, però ci farà essere più vicini in ottica gara».

 

Matteo Bellan