WhatsApp riduce la qualità delle fotografie condivise nelle chat

0
115
WhatsApp hacker
WhatsApp (foto dal web)

Un’analisi del quotidiano online Dday specializzato in tecnologia, ha dimostrato che WhatsApp riduce la qualità delle fotografie condivise nelle chat

L’applicazione di messaggistica WhatsApp, ormai divenuto lo strumento più utilizzato per chattare e condividere file ed immagini avrebbe un problema a cui molti utenti non avrebbero fatto caso. Secondo quanto riportato dalla redazione del quotidiano online Dday specializzato in tecnologia, l’app del gruppo Facebook Inc danneggerebbe le immagini condivise al proprio interno dagli utenti. Nello specifico WhatsApp ridurrebbe fortemente la qualità delle foto condivise per via del contenimento del traffico.

WhatsApp riduce la qualità delle fotografie condivise nelle chat

WhatsApp avrebbe un piccolo problema nella condivisione delle immagini all’interno delle proprie chat. La qualità delle foto condivise, secondo quanto riportato dal quotidiano online Dday, verrebbe ridotta per risparmiare il traffico dati. Nello specifico, l’immagine sarebbe compressa e la sua risoluzione si abbassa notevolmente. Secondo Dday, l’applicazione del gruppo Facebook Inc riduce il lato lungo dell’immagine a 1600 pixel, ovvero portando lo scatto a circa un megapixel e mezzo, nonostante magari la foto sia stata scattata con un device che disponeva di un comparto fotografico da 12 o 16 megapixel. Una compressione sostanziale ed irreversibile che può essere notata trasferendo su un computer o allargando la fotografia, la quale apparirà all’utente come sgranata in alcuni punti. Questo abbattimento della fotografia rimane costante poiché se lo scatto viene salvato sul dispositivo e condiviso in un secondo momento in un’altra chat WhatsApp, la qualità dell’immagine verrà ridotta ulteriormente non in termini di risoluzione, ma per quanto riguarda la compressione per il traffico dati. Un’immagine, dunque, condivisa e ricondivisa su chat o gruppi della nota applicazione di messaggistica istantanea sarà molto lontana dalla versione originale. Alcuni test effettuati dalla redazione di Dday mostrano come un’immagine da 15 megapixel di risoluzione e 9,2 megabyte di dimensione condivisa sull’app si riduca a 1,5 megapixel e 463 KB. In un secondo invio -salvando lo scatto sul device- la risoluzione rimane invariata (1,5 megapixel), mentre la dimensione si riduce ancora a 250 KB. Per non danneggiare la qualità della foto, Dday, raccomanda di affidarsi nella condivisione ad applicazione specifiche, come Google Foto.

Leggi anche —> Attentato alle Torri Gemelle: identificata la vittima 1.643