Andrea Iannone

MotoGP, Andrea Iannone: “Siamo altalenanti, fa parte del gioco”

Aprilia è chiamata ad un altro difficile week-end, dove dovrà stringere i denti e portare avanti lo sviluppo della RS-GP. Sarà un attacco a tre punte con Bradley Smith che scenderà in pista come wild card al fianco dei piloti ufficiali Aleix Espargarò e Andrea Iannone.

Ancora una volta, dopo Qatar e Jerez, saranno tre le RS-GP in gara. Il pilota spagnolo nelle prime sei gare ha collezionato il doppio dei punti rispetto allo scorso anno. Lamenta gravi lacune in termini di grip e accelerazione e il Montmelò è una pista sempre molto esigente da questo punto di vista, nonostante i lavori di rifacimento del manto d’asfalto nel 2018.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

 

“Dopo il GP di casa per Aprilia arriva il GP di casa per me – ha dichiarato Aleix Espargarò -. Il nostro primo target rimane, come sempre, la top-10. Un risultato che in gara mostriamo di meritare, alla domenica mi sento veloce e riesco a tenere un buon passo, mentre soffriamo un po’ di più più in qualifica. Proprio per questo dobbiamo lavorare sulla costanza, arrivare in gara forti e con un buon passo, per giocare le nostre carte”.

Andrea Iannone è più interessato allo sviluppo dell’Aprilia RS-GP che ai risultati. Nonostante la situazione difficile The Maniac non demorde e nutre grande fiducia nei tecnici di Noale: “I nostri weekend sono sempre piuttosto impegnativi, perchè lavoriamo tanto cercando di provare soluzioni diverse. Questo ci porta ad essere un po’ altalenanti ma fa parte del gioco, ora l’obiettivo è quello di migliorare giorno dopo giorno. Ho il supporto della squadra e di Aprilia Racing – ha concluso il pilota di Vasto – e so che tutti stanno dando il massimo per arrivare al livello che sappiamo di poter valere”.