Paolo Simoncelli nel box del SIC58
Paolo Simoncelli (Getty Images)

MotoGP | ESCLUSIVA, Paolo Simoncelli: “Sto pensando di fare un team in Moto2”

Marco Simoncelli è ancora oggi nel cuore di tutti noi. Papà Paolo, nel nome del rider romagnolo ha messo in piedi il team SIC58 Squadra Corse che tante soddisfazioni si sta togliendo recentemente. Sia Suzuki, che Antonelli, infatti, hanno dato prova di potersela giocare per il titolo Mondiale in questa entusiasmante stagione. Noi di tuttomotoriweb.com abbiamo avuto modo di parlare con Paolo Simoncelli e chiedergli dei suoi piani futuri per la squadra.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Pensi che Niccolò sia ormai maturo per pensare al titolo?
Antonelli ha più esperienza perché ha già vinto delle gare, sono 8 anni che corre in Moto3. Suzuki è più giovane, quando arrivò da noi 3 anni fa circa non sapeva fare i sorpassi, non sapeva come si guidava, era veramente un apprendista. Quello è merito mio che ho lavorato bene con lui, con Antonelli, invece, il merito va un po’ di più al capo tecnico Marco Grana, che è riuscito psicologicamente a farlo riprendere da un momento brutto.

Hai a che fare con tanti ragazzini molto giovani, spesso accompagnati costantemente dai genitori. Da papà come ti interfacci con gli altri genitori?
Il problema è uno: questi sono bambini, iniziano prestissimo e rimangono bambini. Vivono per le corse e bisogna sgridarli quando lo meritano e quando c’è bisogno li devi coccolare. Questo è un sistema che funziona sempre.

Nell’immediato futuro c’è in cantiere il progetto di mettere su un team anche in Moto2?
Ci sto pensando, più di così non ti posso dire, è solo questione di soldi. Sto cercando di mettere insieme un budget che mi dia questa possibilità.

Tebaldi un po’ di tempo fa dichiarò che Valentino aveva sentito l’esigenza di aprire l’Academy dopo la scomparsa di Marco, come mai secondo te?
Non lo so onestamente. Valentino girava con Marco alla vera cava, ma questa cosa qui non la so. In ogni caso se lo ha detto lui allora vuol dire che un pensiero in quel gruppo lì è nato per questo.

In tanti sostengono che nel giro di qualche anno Marco avrebbe eclissato Valentino tu cosa ne pensi?
Sicuramente ci sarebbe stato un cambio generazionale come sta accadendo adesso. Sicuramente Marco avrebbe accelerato i tempi. Con la sua scomparsa c’è stato un momento di vuoto. Detto questo Vale è una leggenda, come lo è Marco, lui è una leggenda vivente quindi non c’è niente da discutere. L’unico problema è che il tempo poi passa per tutti. Lui fa i miracoli a stare lì perché ha un fisico e una voglia di divertirsi che sono eccezionali, cosa che manca ai giovani di oggi.

Cosa ne pensi di questa Moto3? Per te è un buon trampolino di lancio per questi ragazzi o bisogna cambiare qualcosa?
La Moto3 secondo me è la categoria più bella. Se oggi guardi una gara di MotoGP non è così bella. Questa è una categoria a cui i giornalisti e anche le televisioni dovrebbero dedicare più spazio. Per delle gare così belle non puoi dedicargli un trafiletto oppure non citarle neanche. Per me è una fesseria che fanno i vari network. Certe volte mi chiedo: quando smetterà Valentino di cosa parleranno?

Antonio Russo