Toto Wolff difende i commissari: “Hanno fatto bene”

0
348
Toto Wolff in conferenza
Toto Wolff (Getty Images)

F1 | Toto Wolff difende i commissari: “Hanno fatto bene”

Il Gran Premio del Canada si è portato con sé diversi strascichi di polemiche. La Ferrari di Sebastian Vettel ha tagliato per prima il traguardo, ma sul gradino più alto del podio, grazie ad una decisione presa dai commissari, c’è salito Lewis Hamilton che ha così potuto consolidare la propria leadership in questo Mondiale sin qui perfetto per lui.

La cosa non è piaciuta per niente alla Ferrari che si è sentita defraudata di un successo meritato e ha prontamente fatto ricorso contro la decisione dei Commissari di arretrare Vettel a fine gara aggiungendogli 5 secondi sul tempo finale.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Per Wolff non ci sono problemi

Come riportato da “Motorsport.com” a trattare la questione ci ha pensato anche il team principal Mercedes, Toto Wolff: “Se devo dare un’opinione sull’incidente è che i commissari hanno avuto difficoltà ad interpretare i regolamenti e fare in modo di accontentare tutti. Dobbiamo cercare di non mettere sotto pressione i commissari per le decisioni future”.

L’austriaco ha poi proseguito: “Noi abbiamo bisogno di decisioni consistenti e quindi dobbiamo supportarli. Quello che fanno i commissari non è sempre un lavoro popolare, ma qualcuno deve pur farlo. Noi dobbiamo supportarli. Noi vogliamo i migliori, se critichi i commissari come è stato fatto oggi nessuno vorrà più fare quel lavoro. Dobbiamo rispettare le loro decisioni che siano a favore o contro”.

Infine Toto Wolff ha così concluso: “Vettel non è prigioniero della F1, capisco la sua frustrazione. Fare le regole però è un compito complicato e non sempre va giù a tutti. Nell’interpretazione di ieri la Direzione Gara ha applicato il regolamento. Se fai parte della Mercedes dirai che la decisione è stata giusta, se invece stai con la Ferrari probabilmente dirai il contrario”.

Antonio Russo