Piero Taramasso
Piero Taramasso (Getty Images)

MotoGP, Michelin svela le gomme per il GP di Catalunya

Per il settimo round stagionale la MotoGP torna in Spagna questo fine settimana, più precisamente in Catalogna, una regione nel nord-est del paese. La sede è il Circuit de Barcelona-Catalunya, inaugurato nel 1991 e da allora saldamente inserito nel calendario delle corse.

Dopo varie regolazioni la pista attualmente misura 4,627 chilometri. È caratterizzato da sei curve a sinistra e otto a destra e un rettilineo di poco più di un chilometro. L’anno scorso il tracciato è stato ri-asfaltato e ridisegnato. Anche la distanza di gara è stata regolata su 24 giri. Per garantire la migliore aderenza e la migliore durata delle gomme, Michelin fornisce, come al solito, tre miscele (morbide, medie, dure), ma con disegni diversi.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

 

Mentre gli pneumatici anteriori morbidi e medio-duri sono simmetrici, i pneumatici rimanenti (pneumatici anteriori hard e tutti i pneumatici posteriori) hanno un design asimmetrico con la gomma più dura sul fianco destro per supportare al meglio il maggior numero di curve a destra.

“Questa è una delle piste che ha messo alla prova pneumatici e moto, motivo per cui è diventato un luogo importante per i test e una delle migliori gare del calendario”, afferma Piero Taramasso. “È un mix completo di curve, un lungo rettilineo e un carico elevato sul lato destro, quindi abbiamo bisogno di un pneumatico che possa fare tutto, ed è anche probabile che diventi abbastanza caldo, quindi bisogna aggiungere anche una gomma capace di lavorare a temperature più elevate”.

Dopo i lavori di rifacimento del manto d’asfalto dell’anno scorso Michelin ha potuto raccogliere numerosi dati utili per non farsi trovare impreparata al prossimo appuntamento: “Siamo entusiasti della possibilità di rompere i nostri stessi record”. In caso di maltempo, i piloti possono utilizzare pneumatici da pioggia morbidi e medi bagnati. A differenza delle slick qui solo le gomme posteriori sono progettate in modo asimmetrico, con un lato destro più duro.