Hamilton solidale: “Capisco lo stato d’animo di Vettel”

0
209
Sebastian Vettel e Lewis Hamilton (Getty Images)

F1 | Hamilton solidale: “Capisco lo stato d’animo di Vettel”

E pensare che l’episodio avvenuto al giro 48 del GP del Canada lo aveva segnalato lui stesso con un messaggio via radio in cui sosteneva di essere stato spinto fuori dall’avversario. Eppure, una volta in conferenza stampa Lewis Hamilton si è mostrato comprensivo nei confronti di Sebastian Vettel, privato della vittoria post gara con l’aggiunta di 5″ al suo tempo finale.

Per quanto mi riguarda ho martellato tutti i giri nel tentativo di fargli commettere un errore, cosa non facile trattandosi di un quattro volte iridato, ma alla fine è andata così“, ha snocciolato ancora a caldo. “Quando lui è uscito di pista, io ero più veloce di lui e ho dovuto spostarmi al esterno per evitare la collisione“.

Da lì comunque il mio atteggiamento non è cambiato, ho spinto in continuazione perché su questa pista può succedere di tutto. Le Ferrari poi si sono dimostrate davvero competitive“, ha proseguito. “Personalmente ho temuto di non poter neppure partecipare alla corsa per via di una perdita idraulica che ha costretto i meccanici a fare del lavoro extra questa mattina“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Dapprima quando è stato annunciato come vincitore e poi quando ha ricevuto la coppa sul podio, il cinque volte iridato è stato accolto da una bordata di fischi. Una disapprovazione che tuttavia non lo ha preoccupato. “Ormai ci sono abituato”, ha detto diplomatico. “In ogni caso capisco il disappunto di tutti e di Sebastian in particolare. Non è bello arrivare primi così e allo stesso modo non lo è perdere in questa maniera“.

In realtà Hamilton più che angustiarsi per le disapprovazione, ha diverse ragioni per sorridere. La classifica generale in primis dove è in fuga con 162 punti contro i 133 del suo team-mate Valtteri Bottas, a Montreal non pervenuto.

Nella generale marche, la Mercedes comanda con 295 lunghezze contro le 172 della Rossa.

Chiara Rainis