Valentino Rossi: “Sono troppo vecchio per i videogiochi”

0
403
Valentino Rossi al Mugello
Valentino Rossi (Getty Images)

Valentino Rossi non solo ha un compagno ufficiale di eSports, Lorenzo Daretti, ma si è anche divertito a giocare fin dall’infanzia. La scorsa settimana è stato rilasciato il nuovo videogioco ufficiale del Motomondiale, “MotoGP 19”, per PlayStation 4, Xbox One e PC, con cui si possono sfidare i grandi campioni dell classe regina oppure iniziare dal basso, prendendo parte alla Red Bull Rookies Cup.

Il campione di Tavullia si è rivelato un grande fan del videogame: “Sono cresciuto con i videogiochi da quando avevo cinque o sei anni. Ho iniziato con il Commodore, poi ho avuto l’Amiga con i dischetti, poi è arrivata la console, dove dovevi premere il pulsante play”, ha raccontato durante il week-end al Mugello. Io gioco molto anche ora, ma più con le macchine che con le moto, mi trovo meglio. È fantastico perché ora puoi giocare online. Ma è qualcosa per cui sono diventato un po’ troppo vecchio, perché non c’era quando ero giovane”, ha scherzato Valentino Rossi.

A tenere sempre più banco sono gli eSports, dove il campione ufficiale della MotoGP è Lorenzo Daretti, ingaggiato da Yamaha per correre nei tornei più rinomati. “Avere un campionato ufficiale è qualcosa che non ti saresti aspettato cinque o sei anni fa. È bello vedere quanto siano veloci e precisi. Passano molto del loro tempo e sono molto, molto forti. Molto più forte di me, sfortunatamente. È bello perseguire ciò e certamente meno pericoloso”.