F1 Canada, Gara: tempi e classifica finale

0
407
Sebastian Vettel (Ferrari Twitter)

F1 | Canada, Gara: tempi e classifica finale

Con la Ferrari di Sebastian Vettel in testa al gruppo è partito il GP del Canada.

Semafori spenti! Vettel si mantiene al comando davanti a Lewis Hamilton e all’altra Ferrari di Charles Leclerc.

Grande parapiglia in fondo al gruppo. Contatto tra la Racing Point di Lance Stroll, la Toro Rosso di Alexander Albon e l’Alfa Romeo di Giovinazzi. Brutto start anche per Kimi Raikkonen.

Un pezzo dell’ala di Albon è andata a conficcarsi sull’halo di Grosjean.

1’17″197 per Vettel.

Al giro 5 ottimo sorpasso della McLaren di Lando Norris su Max Verstappen.
Pierre Gasly subito al box per togliere le soft e mettere le hard con l’obiettivo di arrivare alla fine.

Al giro 9 grande peccato per Norris. Freni a fuoco e McLaren ferma in uscita di pit lane.

Daniel Ricciardo con la Renault supera Lance Stroll ed è 7°.

Al giro 18 rischio per Antonio Giovinazzi al muro dei campioni.

1’16″533 per Charles Leclerc.
Il box Ferrari chiede al monegasco di adottare il “piano b”, lui però continua a martellare giri veloci.

Dopo 25 Vettel resta davanti ad Hamilton e Leclerc. Quarto Verstappen poi Ricciardo.
Ham si lamenta per le gomme ormai alla frutta.
Al giri 26 Seb monta la hard.

1’15″333 per Vettel.
Testacoda per Giovinazzi che rischia di finire contro le barriere.

Scarpe dure anche per Hamilton.
Ruotate tra Grosjean e Perez che lo supera.

Al giro 34 hard per Leclerc. il 21enne finisce dietro a Verstappen.
1’15″324 per Ham.
Lotta tra Ricciardo e Bottas. Il pilota Renault ha la meglio.

Grande infilata di Bottas su Ricciardo. L’australiano non molla ma alla fine deve cedere.

Al giro 40 Ham arriva al bloccaggio mentre tenta di avvicinarsi a Vettel. Ormai il pilota Mercedes è a distanza DRS.

1’15″208 per Vettel.
1’15″046 per Bottas.
1’14″933 per il finnico.

Dopo 45 tornate Vettel davanti ad Hamilton e Leclerc. quarto Verstappen, poi Bottas, Ricciardo, Hulkenberg, Gasly, Sainz e Stroll.

Al giro 48 errore per Vettel che finisce sull’erba alla curva 4. Ham lo insidia ma il tedesco mantiene la posizione.

L’inglese si lamenta via radio e la FIA mette il ferrarista sotto investigazione.

Al giro 49 Verstappen mette le medie.
1’14″903 per Vettel.

Al giro 56 Magnussen si lamenta della macchina. Gli risponde direttamente boss Steiner che gli ricorda come i meccanici siano stati in piedi tutta la notte per ripararla dopo il suo incidente. “Quando è troppo è troppo”, lo rimprovera il manager meranese, decisamente furioso con il suo pilota.

5″ di penalità per Vettel.
Per il tedesco è colpevole di essere rientrato in pista dopo l’errore in maniera garibaldina e di aver portato Hamilton fuori tracciato.

Vettel continua a segnare giri veloci, ma Hamilton ormai gli è alle spalle.
Ritiro per Albon.

Dopo 67 giri Bottas viene richiamato al box per mettere le soft e tentare il giro veloce.
Buone notizie per l’idolo di casa Lance Stroll che si trova in nona piazza.

1’13″078 per Bottas.

Bandiera a scacchi! Sebastian Vettel chiude davanti a Lewis Hamilton che eredita la vittoria. Terzo Charles Leclerc.