Marc Marquez a gamba tesa: “Lorenzo? Per chiedere devi stare davanti”

0
511
Marc Marquez in conferenza
Marc Marquez (Getty Images)

MotoGP | Marc Marquez a gamba tesa: “Lorenzo? Per chiedere devi stare davanti”

Marc Marquez, nonostante il secondo posto del Mugello è sempre più leader del campionato di MotoGP. Lo spagnolo, infatti, pur perdendo il confronto diretto con Petrucci per la singola gara è riuscito comunque a mettersi dietro il primo sfidante al titolo: Andrea Dovizioso, mentre l’altro avversario, Valentino Rossi, addirittura è caduto.

A preoccupare tutti però sono soprattutto le prestazioni della Honda, che quest’anno sembra essere cresciuta tantissimo. In particolare la moto giapponese sembra finalmente aver colmato quel gap in termini di motore che da sempre la separava dalla Ducati.

Al Mugello, per la prima volta nella storia della MotoGP, abbiamo visto una Honda sverniciare una Ducati sul rettilineo. Una cosa eccezionale che però spaventa ancora di più gli avversari di Marc Marquez, che a questo punto appare quasi imbattibile.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Lorenzo vola in Giappone per cambiare la Honda

Se una parte del box è entusiasta delle prestazioni di Marquez però un’altra parte è decisamente delusa per quanto sta accadendo a Jorge Lorenzo, che sinora non ha portato a casa risultati di grande spessore. Basti pensare che il miglior piazzamento dell’iberico ad oggi è l’11° posto di Le Mans.

Proprio per questo l’ex Yamaha ha deciso di correre ai ripari e volare in Giappone per parlare con Honda e trovare una soluzione definitiva ai suoi problemi. Così come fatto in Ducati Lorenzo vuole provare a tracciare la strada da seguire per far diventare la moto più comoda per sé.

Come riportato da “Sky Sport” però Marc Marquez non è molto d’accordo: “Anche io voglio una moto migliore, si cerca sempre una moto un po’ più facile, ma onestamente lui non ha provato la 2016 e la 2015. Quella era una moto difficile. Ora è diventata una moto un po’ più facile. Per chiedere delle cose deve essere davanti. Se non sei davanti prendono il commento del pilota forte, di Cal che va forte, di Nakagami che anche va forte. Stiamo seguendo la giusta strada”.

Antonio Russo