Pamela Prati Taormina
L’avvocato Carlo Taormina accusa Pamela Prati – FOTO: tuttomotoriweb

Carlo Taormina si dice convinto che alle spalle della vicenda di Pamela Prati e Marco Caltagirone ci possa essere lo zampino di una associazione criminale.

Pochi giorni fa tra Pamela Prati e Carlo Taormina è sorta una diatriba che ha visto l’ex parlamentare di Forza Italia prendere le distanze dalla donna. Inizialmente l’avvocato romano difendeva la 60enne donna di spettacolo sarda, poi però ne ha preso le distanze parlando apertamente di truffa e di una trappola nella quale lui non è cascato, dopo aver capito come stavano andando le cose. “Pamela Prati è sempre stata consapevole di tutto ciò che accadeva attorno alla figura del fantomatico Mark Caltagirone. L’intesa che aveva con le sue agenti non mi convinceva, mi stavano prendendo in giro”. E poi: “Lei voleva che io andassi dalla D’Urso in televisione per confermare l’esistenza di Mark Caltagirone”. Parole alle quali la Prati ha replicato così sui social networl. “Riguardo alle dichiarazioni rilasciate dall’avvocato Taormina voglio specificare che io non gli ho mai chiesto di garantire per me l’esistenza di Mark Caltagirone. Gli avevo solo chiesto di accompagnarmi in trasmissione per tutelare la mia posizione da buon avvocato quale pensavo che fosse. Devo ricredermi. Anche la sua posizione verrà valutata nelle opportune sedi”.

LEGGI ANCHE –> Grande Fratello, Valentina Vignali: “Nella casa ci si diverte così sotto alle lenzuola” – VIDEO

Pamela Prati, Taormina: “Non mi lascio intimidire”

Ora Taormina contrabbatte a sua volta, dichiarando a Telelombardia di non aver paura delle “intimidazioni” della sua ex assistita e di aver presentato un esposto in Procura a Roma. Il legale si interroga anche su chi sia “la mente criminale che ha concepito tutto questo. Non c’è dubbio che tutto quanto non possa essere ricondotto solo alla Prati, dev’esserci una vera e propria organizzazione dietro ed io ho sollecitato le autorità ad indagare in proposito”. Carlo Taormina prosegue: “Non posso essere intimidito da lei quando dice che vorrebbe intraprendere iniziative opportune. Che può farmi? Bloccarmi? Ha sbagliato strada, se c’è qualcuno che non si lascia spaventare da niente quello sono io. Il suo è solo un modo per zittirmi”.

LEGGI ANCHE –> Belen Rodriguez, due incidenti d’auto per lei e De Martino nello stesso giorno – FOTO

“C’è una associazione criminale in regia”

Il noto penalista continua. “Io sono convinto che ci sia una associazione criminale alle spalle, non so dire chi sia la vittima e chi il carnefice. Ho comunque inoltrato l’esposto anche per tutelare me stesso. Tutti noi sappiamo che questa vicenda della Prati e di Caltagirone è una patacca. Lei è venuta da me per tentare di spacciare suddetta patacca come corrispondente alla realtà. La mia opinione è questa. In quanto alla Prati, vittima o no, non le conviene stuzzicare avvocati per poi finire in situazioni più grosse di lei. Se è stata plagiata come dice, che ci porti le prove e denunci i colpevoli che le hanno fatto credere di essere mamma di due figli e mogli di un un uomo in carne ed ossa”.