Vettel fiducioso per il Canada: “Nel 2018 vinsi dalla pole”

0
48
Sebastian Vettel e John Elkann (©Getty Images)

F1 | Vettel fiducioso per il Canada: “Nel 2018 vinsi dalla pole”

Come il team principal Mattia Binotto non ha nascosto un certo ottimismo a proposito di ciò che potrà regalare alla Ferrari il GP di Montreal in programma il prossimo weekend, anche i suoi piloti si sono mostrati altrettanto positivi alla vigilia.

Consapevoli di poter finalmente godere di un tracciato in linea con i punti di forza della SF90 al Cavallino hanno deciso di scoprire da subito le carte e puntare in alto.

Dodici mesi fa in effetti alla scuderia modenese era andata piuttosto bene con un Sebastian Vettel scattato al palo e giunto primo alla domenica pomeriggio. Un risultato esaltante che aveva spezzato il digiuno di successi per la Rossa sulla pista dedicata al grande Villeneuve durato ben 14 anni.

Quello canadese è un circuito stop & go, con lunghi rettilinei e forti frenate intervallate da qualche curva lenta e da alcune chicane nelle quali bisogna sfruttare tanto i cordoli“, ha analizzato il tedesco che spera, come tutti gli amanti della F1, di poter fermare la cavalcata della Mercedes, al momento intoccabile per chiunque. “La parte finale di solito è decisiva. Al grande tornante la frenata va eseguita alla perfezione così da avere un’uscita ottimale e riuscire a portare tutta la velocità sul lungo rettilineo che immette in corsia box o  all’ultima chicane. Ed è proprio qui che si può provare ad effettuare dei sorpassi”.

Lo scorso anno sono partito in pole position e ho vinto la corsa, a 40 anni di distanza dal successo di Gilles. Darò il massimo per fare bene, quella del Canada è una delle corse più attese della stagione da parte di noi piloti. Gareggiamo su un’isola che si trova nel cuore di Montreal, un luogo fantastico, pieno di appassionati che garantiscono un’atmosfera unica”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Charles Leclerc sogna la rivincita

Dopo le amarezze della gara di casa il monegasco si presenta all’Isle de Notre Dame con un solo target “ambire al massimo”.

Voglio certamente fare meglio della stagione scorsa quando con la Sauber arrivai comunque in zona punti“, ha affermato volitivo. “Nei giorni passati sono stato a Maranello e ho lavorato al simulatore per preparare e migliorare la vettura e me stesso in vista di questo appuntamento“.

Trovo il tracciato molto interessante, perché mette insieme diverse tipologie di curve e un lungo rettilineo sul quale dovrebbe essere possibile effettuare delle manovre“, ha infine considerato.

Chiara Rainis