Coppia arrestata dalla Polizia Locale: ecco cosa avrebbero fatto alla figlia di 4 anni

Polizia Locale
Polizia Locale (foto dal web)

Una coppia di genitori egiziana è stata arrestata dalla Polizia Locale di Milano con le accuse di lesioni gravi e maltrattamenti in famiglia nei confronti della figlia di quattro anni.

Un uomo ed una donna di 29 anni sono stati fermati dalla Polizia Locale di Milano con accuse gravissime. I due, entrambi di origine egiziana, avrebbero picchiato e maltrattato la propria figlia di 4 anni. La terribile storia è venuta alla luce circa due settimane fa, quando i genitori hanno portato la piccola in ospedale con un braccio rotto dicendo che la figlia si era fatta male dopo una caduta dal divano. I medici dopo controlli più approfonditi hanno rinvenuto sul corpo tracce diverse fratture risalenti a molto tempo prima. Da subito sono scattati i controlli e le indagini degli inquirenti che hanno portato all’arresto dei due 29enni bloccati all’aeroporto di Milano Malpensa, dove i due si erano recati per prendere un volo diretto in Egitto.

Maltrattamenti sulla figlia di quattro anni: “Lei è un grande problema”.

Un altro caso legato a maltrattamenti su piccoli bambini riempie le pagine di cronaca. È accaduto a Milano dove una coppia di genitori di 29 anni di origine marocchina è stata fermata dagli agenti della dell’unità Tutela Donne e Minori della Polizia Locale con le accuse di lesioni gravi e maltrattamenti in famiglia nei confronti della figlia di 4 anni. Secondo quanto riportato dalla redazione de La Stampa, le indagini degli agenti sarebbero scattate circa due settimane fa, il 15 maggio scorso, quando la bambina è stata ricoverata all’ospedale Fatebenefratelli del capoluogo lombardo con un braccio rotto. Il padre avrebbe detto al personale sanitario che la figlia si era fatta male cadendo dal divano, poi successivamente avrebbe cambiato versione riferendo che fosse caduta dal divano. I medici, però, durante i controlli hanno rinvenuto sul corpo della bambina tracce di ben 15 fratture risalenti a diverso tempo prima. Come racconta La Stampa, dalle indagini è emerso che i due genitori, che hanno altri quattro figli tra l’uno e gli otto anni, avrebbe da tempo maltrattato la piccola e nelle intercettazioni delle loro conversazioni si sente come i due progettavano di ucciderla poiché ritenuta: “un grande problema”. Probabilmente la bambina è affetta da un deficit cognitivo, mai certificato, ed è questo il motivo per cui i due genitori la odiavano. In seguito alle indagini, la coppia è stata arrestata all’aeroporto di Milano Malpensa, dove i due genitori si erano recati per imbarcarsi su un volo diretto in Egitto, e trasferita presso il carcere di San Vittore.

Leggi anche —> Cuneo, terrificante incidente sulla provinciale: il bilancio è tragico