Matrimonio
(foto dal web)

Il ricevimento di un matrimonio che si stava svolgendo in un agriturismo di Robecco sul Naviglio (Milano) si è trasformato in rissa dopo una battuta infelice del cognato della sposa.

Quello che doveva essere un giorno di immensa felicità e gioia da ricordare per sempre si è trasformato in una rissa. Durante il ricevimento di un matrimonio che si stava svolgendo domenica scorsa, 2 giugno, in un agriturismo di Robecco sul Naviglio, comune in provincia di Milano, si è scatenata una rissa dopo un’accesa discussione. I toni, secondo quanto riportato dalla stampa locale e dalla redazione di La Repubblica, si sarebbero accesi dopo un commento sul vestito indossato dalla sposa da parte del cognato. Per sedare la rissa sono state contattate dagli altri invitati alle nozze le forze dell’ordine che sono giunte sul posto dopo la chiamata.

Leggi anche —> Chiede l’elemosina davanti al supermercato: il responsabile lo assume

Matrimonio finisce in rissa: ad innescare la lite una battuta del cognato della sposa

Una battuta infelice sull’abito della sposa da parte del cognato e probabilmente qualche bicchiere di troppo hanno fatto terminare un ricevimento nuziale in rissa. È successo in un agriturismo di Robecco sul Naviglio, comune in provincia di Milano, dove si stava festeggiando un matrimonio domenica 2 giugno. Secondo quanto riportato da La Repubblica ed i quotidiani locali, il fratello dello sposo avrebbe rivolto una battuta infelice alla cognata in merito all’abito da sposa indossato per la cerimonia. Quanto detto dall’uomo ha scatenato la reazione della cognata e del fratello e dopo un acceso diverbio, a cui avrebbe preso parte anche la moglie, sarebbe scoppiata la rissa. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Abbiategrasso che quando sono arrivati gli animi si erano già placati. Intervenuti anche i sanitari del 118 che hanno trasportato il cognato dello sposo e la moglie presso l’ospedale di Magenta e al San Carlo di Milano per le contusioni che avrebbero riportato nella colluttazione. Come raccontato da La Repubblica, attualmente nessuno dei protagonisti dell’assurdo episodio avrebbe sporto denuncia presso le forze dell’ordine.

Leggi anche —> Novoli, padre 50enne si toglie la vita gettandosi dal terrazzo di un palazzo