Alex Rins
Getty Images

MotoGP, Alex Rins: “Se Marquez mi dà il motore…”

Non c’è spettacolo senza Alex Rins. La sua fama di rimontatore aumenta gara dopo gara, perché una volta che il semaforo si spegne neutralizza le sue deboli qualifiche con grandi rimonte. In 6 gare ha già rimontato 48 posizioni, con una media di 8 a gara: 6 in Qatar, 11 in Argentina, 6 in Texas, 7 a Jerez, 9 in Francia e 9 in Italia. “Mi fa piacere, ma non mi piace essere in questa situazione”, ha detto il catalano della Suzuki.

Al Mugello è partito in 13esima posizione e ben presto si è ritrovato in testa al gruppo, prima di dover cedere sotto i colpi dei più prestanti motori Honda e Ducati. Ma Alex Rins si è appollaiato in quarta posizione e a tratti sembrava potesse soffiare il podio a uno dei tre davanti. “È stata una gara molto emozionante e molto fisica, due volte più fisica di Austin, dove ho vinto la gara, ma sono contento del risultato. Sapevamo che sarebbe costato prima di venire qui e abbiamo portato 13 punti a casa”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

La Suzuki era chiara sul fatto che “non si poteva fare di più. L’ho provato in tutti i modi possibili. Ho provato ad agganciare la Ducati quando avevo più grip, ma è stato complicato perché è stato difficile tenere la scia… La gomma soffre più del normale, ma abbiamo fatto tutto il possibile”. Álex ha sottolineato un dettaglio interessante della gara, che coincide con quello che Marquez ha detto: “Petrucci ha più velocità di Dovizioso. Quando Petrucci è arrivato in testa, è stato più difficile da seguire rispetto a quando ha lanciato Dovizioso, che è stranamente più lento”.

E a proposito del commento che Marquez ha fatto su come va il telaio Suzuki, qualcosa che nota quando va dietro a uno dei suoi due piloti, Alex Rins ha scherzato: “Se Marc mi dà un po’ del suo motore gli dò un po’ del mio telaio”.