Binotto carico per il Canada: “Gli errori saranno un ricordo”

0
189
Mattia Binotto (©Getty Images)

F1 | Binotto carico per il Canada: “Gli errori saranno un ricordo”

Visto che le novità portate nei due primi appuntamenti europei della stagione 2019 di F1 le sono servite a poco, non dovrebbe preoccupare molto il fatto che la Ferrari di Montreal sarà la stessa del Principato.

In barba dunque all’ansia dei tifosi del Cavallino, il boss della scuderia Mattia Binotto, si è proclamato più che convinto che al Gilles Villeneuve la SF90 farà il figurone in quanto il layout è in linea con i suoi punti di forza ovvero la “velocità, l’efficienza frenante e la trazione”.

Insomma, sull’Isle de Notre Dame, circuito rapido dove l’efficienza aerodinamica conta parecchio, potremmo finalmente sentire l’Inno di Mameli.

Pensando al Canada sono tanti i ricordi dalle passate stagioni che affiorano nella mia mente“, ha affermato l’ingegnere nato in Svizzera. “Questo tracciato ha spesso regalato gare spettacolari e mai scontate. Il lungo rettilineo con una decisa staccata prima della chicane che porta al traguardo consente sorpassi e belle battaglie”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Con la speranza di vivere un GP un po’ più movimentato rispetto a quello di Montecarlo,che l’unico brivido che la causato è stato proprio il botto alla Rascasse di Charles Leclerc, dopo una serie di ruotate con la McLaren, la Haas e la Renault, il 47enne dirigente della Rossa ha promesso che non assisteremo più a clamorosi errori come quello che ha costretto il monegasco a scattare dalla piazza 15.

Sappiamo di non essere al momento competitivi a sufficienza, e che ancora non avremo modifiche alla vettura in grado di risolvere in maniera significativa i problemi di inizio campionato, ma questa corsa rappresenta per tipologia di pista una sfida ancora diversa nella quale a contare saranno velocità di punta, efficienza frenante e trazione. Da parte nostra siamo pronti a dare il meglio lasciandoci alle spalle i recenti sbagli“, ha concluso cercando di pensare positivo.

Chiara Rainis