Sequestrate oltre 600 tonnellate di riso: incredibile il ritrovamento dei Nas

(foto dal web)

Sono scattate diverse sanzioni per alcune aziende agricole produttrici di riso delle province di Novara e Vercelli da parte dei Nas. I militari dell’Arma hanno rinvenuto nei silos in cui era conservato il prodotto escrementi di topi e carcasse di roditori morti.

I carabinieri del Nas (Nuclei Antisofisticazioni e Sanità) di Torino durante quattro controlli in differenti aziende agricole tra le province di Novara e Vercelli hanno riscontrato delle gravi violazioni ai protocolli sanitari. Nei silos delle aziende in questione, secondo quanto riportato dalla stampa locale e da La Repubblica, in cui erano contenute diverse tonnellate di riso sono stati rinvenuti topi morti, escrementi di roditori e piume di volatili. Il prodotto anche di qualità pregiata era, dunque, conservato in condizioni pessime ed i militari dell’Arma hanno provveduto al sequestro.

Leggi anche —> Neymar accusato di violenza sessuale: il calciatore sotto accusa

Sanzioni per diverse aziende agricole: ritrovati dai Nas topi morti ed escrementi nei silos del riso

I carabinieri del Comando per la tutela della salute hanno sequestrato 668 tonnellate di riso di diverse varietà proveniente dalla raccolta dell’anno scorso. Il prodotto, del valore complessivo di circa 200mila euro, è stato trovato conservato in alcuni silos in condizioni igieniche pessime. I militari dell’Arma dei Nas di Torino, secondo quanto riportato dalla stampa locale e dalla redazione de La Repubblica, durante alcuni controlli effettuati nei giorni scorsi presso aziende agricole site nelle province di Novara e Vercelli, hanno rinvenuto nei silos in questione topi morti, escrementi di roditori, ragnatele e piume di volatili. Oltre a sequestrare il prodotto, anche di qualità pregiata, i carabinieri hanno provveduto a sanzionare le aziende agricole colpevoli di aver violato i requisiti in materia di igiene ed il regolamento comunitario per quanto riguarda l’igiene per la produzione primaria dei prodotti alimentari. Infine, sono state comminate anche sanzioni per violazioni amministrative, in quanto all’interno di alcune aziende sono stati rinvenuti dei prodotti fitosanitari di cui non è più permesso l’utilizzo in campo agricolo.

Leggi anche —> Tragedia nella notte: giovane padre perde la vita in un incidente stradale

Leggi anche —> Juventus: sempre più vicino alla panchina l’allenatore d’oltremanica