Luca Marini sul podio in Moto2 del Gran Premio d'Italia al Mugello (Foto Sky VR46)
Luca Marini sul podio in Moto2 del Gran Premio d’Italia al Mugello (Foto Sky VR46)

Moto2 | Marini vendica suo fratello Valentino Rossi: sul podio dietro a Marquez Jr

In una domenica del Mugello davvero da dimenticare per Valentino Rossi, a riportare il sorriso in famiglia ci pensa suo fratello Luca Marini, che in Moto2 conquista il secondo posto nel Gran Premio d’Italia. Il pilota del team Sky VR46, di proprietà proprio di suo fratello Vale, è stato infatti protagonista di una grande rimonta dalla sesta casella sulla griglia di partenza.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Dopo cinque giri Marini si era già messo in scia alle prime posizioni e ha iniziato a mettere pressione al gruppetto. Con un sorpasso aggressivo su Thomas Luthi si è portato nella piazza d’onore, risultato che poi ha mantenuto fino alla bandiera a scacchi, andando a prendersi così il suo primo podio stagionale. Luca ha saputo in questo modo riscattare un inizio di campionato deludente, in cui non era mai entrato nelle prime cinque posizioni, ritrovando la sua forma e il feeling con la sua Kalex, proprio sulla pista che ama fin da quando era bambino, e nella gara di casa in cui il suo team Sky VR46 schierava la speciale livrea tricolore in onore dell’Italia.

La gioia di Luca Marini per il podio al Mugello

“Che soddisfazione il primo podio della stagione proprio al Mugello: un sogno fin da bambino quando venivo qui a vedere le gare di mio fratello”, ricorda Luca Marini. “La mia pista preferita in assoluto, il tifo dei tifosi è davvero bellissimo. Già da questa mattina, sentivo qualcosa di strano allo stomaco, sapevo di essere competitivo e di poter fare bene e lottare per il podio e anche per la vittoria. Ci ho provato, ma non ne avevo più alla fine. Il giro d’onore ho cercato di godermelo fino in fondo. Voglio ringraziare la mia famiglia, la mia fidanzata, l’Academy, il mio capo tecnico, tutto il Team e Kalex. Hanno fatto di tutto per supportarmi e tornare ad essere competitivi. Dopo il test a Barcellona, dove ho provato la moto di Nicolò, abbiamo portato in pista un pacchetto completamente nuovo: telaio, forcellone, ogni vite. Nelle ultime due gare avevo fatto molta fatica, avevo sensazioni strane alla guida e non capivamo il perché. Adesso ho ritrovato la mia solita sensibilità, entro forte in curva e faccio le mie linee. Sono felicissimo”.

Marini si è dovuto arrendere solo ad Alex Marquez, dominatore della gara nella classe di mezzo, che completa il suo secondo successo consecutivo dopo quello del Gran Premio di Francia a Le Mans. Così facendo, l’altro fratello d’arte si riporta prepotentemente in lotta per il titolo, avvicinandosi ad appena due punti dal leader del Mondiale Lorenzo Baldassarri, bravo oggi a limitare i danni riportandosi in quarta posizione al termine di un brillante recupero dalla quinta fila della griglia di partenza. Balda è riuscito in questo modo a conservare la leadership di campionato che mantiene saldamente in mano ormai dalla prima tappa stagionale. Positivo anche il risultato dei nostri Enea Bastianini, sesto, al miglior risultato in carriera in Moto2, e Fabio Di Giannantonio, che con il decimo posto ha completato la top ten.